Gli Stati Ue vogliono consentire l'uso delle acque reflue per l'irrigazione

Il provvedimento mira a migliorare la disponibilità e a promuovere l'uso efficiente di questa preziosa risorsa

Utilizzare le acque reflue urbane per l'irrigazione agricola, in modo da ridurre l'utilizzo di questa preziosa risorsa, migliorerà la sua disponibilità e promuoverne un uso efficiente. È questo l'elemento principale dell'orientamento generale sul regolamento che facilita il riuso delle acque per fini agricoli, adottato dal Consiglio Ambiente dell'Unione europea, e mira anche a garantire che vi sia acqua a sufficienza per l'irrigazione dei campi, soprattutto in caso di ondate di calore e gravi siccità, per scongiurare i rischi di perdita di raccolto e penuria alimentare. La proposta prevede prescrizioni sulla qualità delle acque depurate e sul relativo monitoraggio, per garantire la protezione dell'ambiente e della salute umana e animale.

Il Consiglio Ue: "Passo importante"

“L'acqua è una risorsa preziosa e quello di oggi è un passo importante perché, grazie alle nuove norme, sarà possibile depurare l'acqua in modo sicuro per le persone e gli animali, nel rispetto dell'ambiente”, ha rivendicato Ioan Deneș, ministro delle risorse idriche e forestali della Romania, paese con la presidenza di turno dell'Ue. Per Denes “è naturale fissare norme minime armonizzate per la qualità delle acque depurate e per il controllo della conformità, in modo che gli agricoltori europei possano utilizzarle”, tenendo presente che “in parte, si tratta di rifarsi all'esperienza di alcuni Stati membri che, da decenni, riutilizzano l'acqua con successo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Meglio della desalinizzazione

Secondo il Consiglio questo tipo di riutilizzo è migliore per l'ambiente rispetto ai metodi alternativi di approvvigionamento idrico, quali i trasferimenti d'acqua o la desalinizzazione. Le nuove norme proposte potrebbero essere particolarmente utili nelle regioni in cui, nonostante le misure preventive adottate per abbassarla, la domanda è tuttora superiore alla disponibilità di acqua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polvere di roccia sui campi agricoli per eliminare la CO2. L’idea degli scienziati per ripulire l’aria

  • Ricorso all'Ue contro la legge che vieta di chiamare 'burger' e 'salsicce' i prodotti vegan

  • Le Alpi si tingono di rosa, un'alga colora la neve ma la fa anche sciogliere prima

  • Focolai di Covid-19 negli allevamenti in Olanda: migliaia di visoni abbattuti

  • Anche in Austria i macelli diventano focolai di coronavirus

  • La Lega accusa il M5s: "Vuole una tassa Ue sulla 'nduja". La replica: "Tutto falso"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento