Grazie al biologico -40% di emissioni di gas serra e -45% consumi di energia

Il sistema agroalimentare tradizionale è direttamente responsabile dell'11% delle emissioni inquinanti a livello mondiale, quota che arriva al 21% se si include la cattiva gestione delle foreste

I sistemi di agricoltura biologica utilizzano in media il 45% in meno di energia e producono il 40% in meno di gas serra rispetto al convenzionale. È quanto emerso in occasione del primo incontro a Milano di ''Gente che ci crede'', serie di appuntamenti organizzati in tutta Italia da EcorNaturaSì. Il sistema agroalimentare tradizionale - è emerso dall'incontro - è direttamente responsabile dell'11% delle emissioni mondiali di gas serra, una quota che arriva al 21% se si include la cattiva gestione delle foreste, secondo i dati del quinto Rapporto Ipcc. Allo stesso tempo, secondo le previsioni degli esperti, i fenomeni estremi legati all'effetto serra potranno provocare una riduzione della produttività agricola su scala globale compresa tra il 9 e il 21%, da qui al 2050. I prossimi appuntamenti si terranno a Firenze il 17 marzo, a Roma il 24 marzo, Napoli il 31 marzo, a Verona il 7 aprile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Così le banche dello sviluppo sostengono massicciamente gli allevamenti intensivi

  • Le Alpi si tingono di rosa, un'alga colora la neve ma la fa anche sciogliere prima

  • Focolai di Covid-19 negli allevamenti in Olanda: migliaia di visoni abbattuti

  • Anche in Austria i macelli diventano focolai di coronavirus

  • La Lega accusa il M5s: "Vuole una tassa Ue sulla 'nduja". La replica: "Tutto falso"

  • "Gli italiani mangiano troppo pesce", il Wwf lancia guida per un consumo responsabile

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento