La birra fa bene alla 'salute' di fiumi e laghi

Ricercatori spagnoli convinti che i resti della fermentazione evitano il proliferare delle micro-alghe e l’eccesso di nitrati

La birra fa bene all’ambiente. Proprio così. I residui di produzione, se smaltiti nei fiumi, possono riequilibrare il naturale stato di delle acque, contrastando l’eccesso di nitrati. Troppi nitrati riducono la concentrazione di ossigeno e permettono la proliferazione di micro-alghe che soffocanogli ecosistemi acquatici. Adesso, però, tutto può cambiare.

Le potature

La prima cosa da fare per risolvere il problema è farsi un birra. Che sia bionda, rossa, scura, doppio o triplo malto, non fa grande differenza. Un gruppo di ricercatori del Centro di studi avanzati di Blanes - Consiglio superiore per la ricerca scientifica (Ceab-Csic) è convinto che gettare nei corsi d’acqua le potature delle piante insieme ai resti della fermentazione della birra contribuisca a risanare l’ambiente naturale. Gli scienziati sono sicuri. Attraverso questa pratica “è possibile aumentare e tassi di denitrificazione fine batterica al 40%”, almeno per ora, perché questa soglia “potrebbe arrivare a raddoppiare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli inconvenienti dei depuratori

I sistemi di depurazione delle acque sono efficaci, ma hanno un piccolo inconveniente: eliminano del carbonio necessario ai micro-organismi acquatici responsabili dell’assorbimento dei nitrati. Con il sistema a base di residui di produzione di birra si ovvia al problema, attraverso reazioni chimiche tutte naturali che ripristinano l’equilibrio tra elementi. Così le micro-alghe non proliferano e si l’eccesso di nitrati si scongiura. I ricercatori sono certi del beneficio di questa soluzione. Affermano che la decontaminazione da birra delle acque può iniziare ad essere sperimentata già da subito, e in effetti in via proprio sperimentale gli scarti della fermentazione della birra sono già stati usati nei parchi urbani di Barcellona dove ci sono laghetti e stagni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Polvere di roccia sui campi agricoli per eliminare la CO2. L’idea degli scienziati per ripulire l’aria

  • Ricorso all'Ue contro la legge che vieta di chiamare 'burger' e 'salsicce' i prodotti vegan

  • Le Alpi si tingono di rosa, un'alga colora la neve ma la fa anche sciogliere prima

  • Focolai di Covid-19 negli allevamenti in Olanda: migliaia di visoni abbattuti

  • Anche in Austria i macelli diventano focolai di coronavirus

  • La Lega accusa il M5s: "Vuole una tassa Ue sulla 'nduja". La replica: "Tutto falso"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento