La Polonia estende la possibilità di usare mangimi Ogm al 2021

Una legge del 2006 li dovrebbe vietare ma la sua entrata in vigore è stata posticipata più volte

I mangimi Ogm saranno legali in Polonia fino al 2021 grazie ai regolamenti voluti dal governo che estendono il provvedimenti. Secondo quanto riferito dall'agenzia di stampa "Pap", la Polonia aveva preparato una legge che vietava i mangimi geneticamente modificati nel 2006, il termine per l'attuazione è stato tuttavia ritardato più volte a causa dell'incapacità del mercato nazionale di fornire una quantita' sufficiente di proteine per nutrire il bestiame.

Le importazioni di mangimi dalla Polonia comprendono principalmente farina di soia geneticamente modificata proveniente dal Sud America e dagli Stati Uniti. La Polonia vuole attingere alle fonti interne ad alto contenuto proteico per coprire meta' della domanda interna entro il 2024. Nell'ottobre 2015, la commissione per l'ambiente del Parlamento europeo ha respinto una proposta per consentire ai singoli Stati membri di vietare il commercio e l'uso di cibo e alimenti per animali biotech, citando il principio di libera circolazione delle merci dell'Ue.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue triplica l'import di carne Usa (senza ormoni)

  • Bambini sfruttati dietro il cibo che mangiamo. Anche in Italia

  • Le mele italiane conquistano l'India (anche grazie a Trump)

  • "Lo zucchero in Europa è sempre più amaro". E salato

  • Sempre più surgelati nei piatti degli chef

  • Falsi agricoltori nei terreni dell'Ilva, così sono scomparsi 80 milioni di fondi Ue

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento