"L'87% dei pesci del Mediterraneo è a rischio, l'Ue non rispetta i suoi impegni"

La sardina iberica, il nasello e il merluzzo del Baltico orientale potrebbero presto estinguersi commercialmente. La denuncia di Oceana

L'87% delle specie marine presenti nel Mediterraneo e circa il 40% di quelle atlantiche sono pescate in modo insostenibile. E' quanto emerge dal nuovo report sullo stato di salute dei mari pubblicato dala Commissione europea.

Il report conferma che molti stock ittici nelle acque europee rimangono sovrasfruttati o al di fuori dei limiti biologici considerati sicuri. Gli stock ittici vitali sono sull'orlo del collasso, tra cui la sardina iberica, il nasello mediterraneo e il merluzzo del Baltico orientale, che potrebbero presto estinguersi commercialmente nelle acque europee.

"La pesca eccessiva è una delle grandi minacce che attualmente affliggono i mari europei insieme ad altri problemi importanti come l'inquinamento causato dalla plastica, l'acidificazione, il riscaldamento globale - dice Javier López, responsabile della ong ambientalista Oceana - Tuttavia, la pesca eccessiva è il problema che può essere risolto più facilmente, poiché le soluzioni sono note e sono semplicemente una questione di volontà politica. I politici devono passare dalle parole alle azioni e adempiere al loro obbligo di fermare la pesca eccessiva, poiché il tempo sta scadendo".

L'Ue, infatti, aveva posto il 2020 come l'anno in cui si sarebbe arrivati allo stop alla pesca eccessiva. Ma gli scienziati, secondo Oceana, sono concordi sul fatto che "i progressi compiuti finora sono insufficienti e troppo lenti per garantire che gli stock vengano ricostruiti o sfruttati a livelli sostenibili entro il 2020".

La relazione riconosce alcuni miglioramenti nelle acque dell'Atlantico, in particolare per gli stock sfruttati nelle acque dell'Ue, mentre per gli stock condivisi con Paesi terzi, i miglioramenti non sono così evidenti. Il Mediterraneo e il Mar Nero - la regione più sovrasfruttata del mondo - sembrano lontani dal compiere progressi nel recupero delle risorse ittiche, e restano in condizioni disastrose.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue triplica l'import di carne Usa (senza ormoni)

  • "Lo zucchero in Europa è sempre più amaro". E salato

  • Bambini sfruttati dietro il cibo che mangiamo. Anche in Italia

  • Le mele italiane conquistano l'India (anche grazie a Trump)

  • Sempre più surgelati nei piatti degli chef

  • Falsi agricoltori nei terreni dell'Ilva, così sono scomparsi 80 milioni di fondi Ue

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento