Dall'Ue 208 milioni al Marocco per pescare nelle sue acque

Gli Stati membri dell'Unione hanno dato il via libera all'accordo che prevede la promozione della pesca sostenibile nel Paese africano

Gli Stati membri dell'Ue hanno dato l'ok alla conclusione dell'accordo di partenariato per una pesca sostenibile tra l'Unione europea e il Regno del Marocco, del relativo protocollo di attuazione e dello scambio di lettere che accompagna l'accordo, aprendo così la strada alla sua futura attuazione.

L'adozione fa seguito all'approvazione da parte del Parlamento europeo e segna formalmente l'ultima tappa sul versante Ue. Tuttavia, prima che l'accordo possa entrare in vigore anche il Regno del Marocco deve ultimare il processo interno di ratifica.

Il protocollo quadriennale che dà attuazione all'accordo attribuisce all'Ue possibilità di pesca in cambio di una contropartita finanziaria complessiva pari a 208 milioni di euro. Una parte cospicua di tale contropartita servirà a promuovere lo sviluppo sostenibile dell'economia ittica in Marocco e del settore ittico del Sahara occidentale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Le Storie

    In Italia 2 bambini su 5 sono sovrappeso. La risposta Ue: frutta, verdura e latte nelle scuole

  • Ambiente&Clima

    "Con un software ridurremo del 7% i consumi d'acqua nei campi"

  • Filiera

    I prodotti tipici del made in Italy? Per il 92% sono custoditi dai piccoli Comuni"

  • Filiera

    Un italiano su due comprerebbe solo cibo bio

I più letti della settimana

  • "A Londra è corsa alle scorte di cibo italiano. Per paura della Brexit"

  • Le compagnie vogliono il bando del consumo di alcool del duty free sui voli

  • Agli animali 2,5 tonnellate di antibiotici ogni 10 minuti. Allarme per l'uomo

  • Insetti nel piatto? I maschi, giovani e di buona cultura i più propensi a mangiarli

  • “Carne di animali malati venduta nei supermarket”, scandalo in Olanda

  • L'agricoltura "beve" il 70% dell'acqua mondiale. Mentre 2 miliardi di persone sono a secco

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento