Ora la Xylella colpisce anche le albicocche

Dopo ulivi e mandorli, il batterio è stato riscontrato anche negli albicocchi di Alicante, in Spagna

E' stato trovato in Spagna il primo albicocco europeo infetto da Xylella fastidiosa. Ne danno notizia le autorità della provincia di Alicante, costa Est del Paese, dove il batterio fino a oggi aveva colpito solo mandorli. Intanto, scrive l'Ansa, la Commissione europea ha pubblicato i risultati dell'audit condotto in Spagna sull'applicazione delle misure anti-xylella.

Mentre le misure Ue sono applicate per il focolaio delle Baleari, per quanto riguarda l'epidemia di Alicante, si registra un considerevole arretrato nel numero di campioni ancora da sottoporre a test, e notevoli ritardi nell'attuazione delle misure di eradicazione. Gli ulivi, inoltre, sebbene siano nella lista di piante ospiti della legislazione Ue, non vengono tagliati quando si trovano entro il raggio di 100 metri delle piante infette e le altre specie ospiti non vengono distrutte in modo appropriato. Lacune che fanno concludere agli ispettori Ue che "il rischio di un'ulteriore diffusione della malattia è elevato". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Ambiente&Clima

    "Biodiversità in calo, a rischio le forniture di cibo": l'allarme della Fao

  • Sviluppo

    Dall'Ue "assist" ai pastori sardi: alzato il tetto per gli aiuti di Stato in agricoltura

  • Innovazione

    Il cibo è di qualità? Il controllo si farà con un laser

  • Filiera

    "Salmonella nella carne congelata", Polonia di nuovo sotto accusa

I più letti della settimana

  • "Niente più insetti sulla Terra entro un secolo"

  • Cresce il business della “carne vegana". E gli Usa sfidano l'Ue

  • Al via il concorso AgriKids: per gli studenti premi da 3mila euro

  • Pesce spada, da Parlamento Ue ok a quote e apertura a piccoli pescatori

  • Pesca, ambientalisti contro Italia, Francia e Spagna: “Mediterraneo a rischio”

  • "Biodiversità in calo, a rischio le forniture di cibo": l'allarme della Fao

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento