"La peste suina si allarga in Europa", l'allarme dell'agenzia Ue

Sono 10 i Paesi membri interessati dalla presenza della malattia. Endemica in Sardegna da 40 anni, dal 2014 il virus è sbarcato negli Stati dell'Est e ha raggiunto Belgio e Slovacchia

La peste suina è sempre più diffusa nell'Unione europea. Secondo l'ultimo rapporto dell'Efsa, l'agenzia europea per la sicurezza alimentare, il virus è presente oggi in 10 Paesi Ue e continua la sua progressione verso il Sud-Ovest del Continente. 

L'Italia conosce bene la malattia: da 40 anni, la peste suina è endemica in Sardegna. Nel 2014, il virus si è diffuso al confine orientale dell'Ue, in particolare in Romania, dove si conta il numero più alto di casi. E da li' si sta spostando verso il resto dell'Unione, raggiungendo da un lato il Belgio e dall'altro la Slovacchia. 

La malattia, innocua per l'uomo, è letale per i suini e devastante per il settore dell'allevamento. L'Efsa indica negli allevamenti non commerciali la sfida più grande per l'eradicazione del virus sui suini domestici, e suggerisce per le aree ancora non infette di intensificare lo sforzo di caccia ai cinghiali, vettori della malattia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le stoviglie in bambù? “Non sempre green e spesso pericolose per la salute”

  • "Gli amanti del maiale", animalisti e ambientalisti contro la campagna Ue

  • Una "superfrutta" più sana e sostenibile grazie alle radiazioni: la scoperta made in Italy

  • Crollo di insetti 'spiaccicati' sulle auto. Ma non è una buona notizia per l'agricoltura

  • Per San Valentino 'nduja, pistacchi e tartufi: ecco i cibi dell'amore

  • Coronavirus, Bellanova chiede all'Ue maggiore tracciabilità degli alimenti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento