Vietato fare la pipì vicino ai campi agricoli: "Inquina"

La misura-provocazione di un sindaco francese, che protesta contro le restrizioni proposte dal governo Macron ai pesticidi: "Anche le urine contengono sostanze chimiche pericolose"

Se doveste trovarvi di passaggio dalle parti di Prudemanche, piccolo borgo rurale nella regione francese Centro-Valle della Loira, state attenti a non fare la pipì vicino ai campi coltivati: rischiereste una multa di 50 euro. Già, perché il sindaco di questo villaggio nel cuore della Francia, tale Alain Massot, ha deciso di vietare la libera evacuazione di urina in campagna. Il motivo? La pipì inquina.

Il bizzarro divieto è reale, ma è anche una provocazione. Il sindaco è tra gli amministratori locali che stanno protestando contro le nuove misure proposte dal governo di Emmanuel Macron per ridurre l'uso di pesticidi in agricoltura. Da qui l'idea di Massot di vietare anche un'altra sostanza a suo giudizio pericolosa: "Le urine umane contengono una percentuale rilevante di prodotti chimici vietati in agricoltura".

"I risultati delle analisi delle urine umane - recita il testo dell'ordinanza - rivelano un'importante presenza di residui chimici di origine diversa: farmaci, sostanze contenute nei prodotti per la casa, cosmetici e altri prodotti chimici, la cui maggioranza è vietata in agricoltura a causa della loro tossicità". Per questo sarà vietato urinare a meno di 5 metri dai campi coltivati: "ogni infrazione sarà sanzionata con una multa di 50 euro e in caso di recidiva, la sanzione potrà arrivare fino al sequestro dei 'mezzi incriminati'" si legge nel divieto che non manca certo di ironia.

Del resto, l'obiettivo dell'ordinanza era di sollevare il caso-pesticidi. Vogliamo "dimostrare tutta la frustrazione degli agricoltori di fronte a norme sempre più stringenti e stigmatizzare la maggior parte dei sindaci che hanno emesso ordinanze anti-pesticidi pur non avendo nessuna conoscenza sull'argomento", ha detto Massot.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Guerra commerciale delle patatine fritte, l’Ue fa causa alla Colombia

  • Cimice asiatica, la Commissione Ue pronta a misure straordinarie per i produttori italiani

  • Autorità tedesche nella bufera, la listeriosi uccide tre persone

  • Il 'semaforo alimentare' arriva anche in Germania: "Made in Italy a rischio"

  • In Cina crolla la produzione di carne di maiale, gli Usa ne approfittano

  • Pranzi a lavoro, attenzione per equilibrio nutrizionale è priorità per un europeo su due

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento