Dopo 40 anni, tornano le arachidi 100% italiane

A commercializzarle sarà la Sis: "E' solo l'inizio del recupero di diverse varietà che rischiavano di andare perdute"

Da più di 40 anni erano scomparse dai campi italiani, salvo sporadici casi di agricoltori che le coltivavano per il consumo famigliare. Adesso, pero', sarà possibile acquistarle anche al supermercato. La Sis, Società italiana sementi, ha infatti annunciato la commercializzazione delle arachidi 100% italiane.

Le noccioline americane di nome, ma tricolori d'origine, entreranno in produzione a partire dall'anno prossimo: "E' solo l'inizio di un processo di recupero di diverse varietà di arachidi - ha commentato Mauro Tonello, presidente di Sis - che stiamo mettendo in campo per il recupero di sapori che rischiano di andare perduti".

"Un ritorno importante quello delle arachidi - sottolinea Nicola Bertinelli, presidente di Coldiretti Emilia Romagna - sia perché aumentano i prodotti della filiera tutta italiana, sia per i consumatori che potranno scegliere un prodotto certificato e salubre, a differenza delle arachidi provenienti da Cina ed Egitto che Coldiretti ha già incluso nella black list dei cibi più pericolosi a causa della presenza di aflatossine".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Glifosato vietato in Austria. È il primo Paese europeo a dire addio all’erbicida 

  • Gli squali del Mediterraneo sono in estinzione

  • "Prosciutto più nocivo di maionese? Etichetta ingannevole": agricoltori italiani contro il Nutriscore

  • Al Sud lavoro in agricoltura per 22mila giovani, ma 3 su 4 vengono respinti

  • Tagliare 300 calorie al giorno fa bene al cuore, anche di chi è in forma

  • Sovrasfruttamento nel mare di Sicilia, “56 pescherecci con reti a strascico in zone protette”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento