Brexit, Confagricoltura plaude ad accordo: "Tutelati interessi settore agroalimentare italiano"

Per Giansanti, "i nostri prodotti potranno essere venduti liberamente sul mercato del Regno Unito fino alla conclusione, il 31 dicembre 2020, del periodo di transizione che, peraltro, potrebbe essere oggetto di proroga"

"Un risultato senz'altro positivo per il sistema agroalimentare italiano". Cosi' il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, sull'esito della riunione straordinaria del Consiglio europeo di ieri. Sulla base dell'accordo di recesso approvato dai capi di Stato e di governo i nostri prodotti potranno essere venduti liberamente sul mercato del Regno Unito fino alla conclusione, il 31 dicembre 2020, del periodo di transizione che, peraltro, potrebbe essere oggetto di proroga.

"Grazie all'efficace azione svolta dalla delegazione italiana, che ha accolto le nostre sollecitazioni - ha sottolineato Giansanti - tutte le indicazioni geografiche continueranno ad essere riconosciute e tutelate anche dopo il recesso britannico". "Per quanto riguarda le future relazioni tra l'Ue e il Regno Unito - ha aggiunto il presidente della Confagricoltura - è di grande rilievo l'impegno bilaterale a garantire la libera circolazione di tutte le merci senza tariffe e restrizioni quantitative. Prevista anche la protezione delle rispettive indicazioni geografiche".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sviluppo

    Il paradosso del cibo: triplicano i bambini obesi, ma crescono anche quelli denutriti

  • Ambiente&Clima

    Desertificazione, Corte dei conti accusa: "Grave rischio, ma l'Ue non ha una strategia"

  • Sviluppo

    Manovra, "con intesa Ue-Italia scongiurato stop a 5 miliardi per agricoltura"

  • Sviluppo

    Agricoltura, redditi in calo in tutta Europa

I più letti della settimana

  • Confagricoltura: la peste suina mette a rischio il comparto

  • Copagri: in agricoltura senza redditività non c'è dignità

  • Pesca, braccio di ferro Ue-Italia: "Rischio stop 8 milioni di indennizzi per il fermo 2018"

  • Petizione contro la crudeltà nei macelli, firmano in 120mila

  • L'Ue mette un limite alla quantità di grassi trans negli alimenti

  • "Concimi più rispettosi dell'ambiente". Da Stati Ue ok a nuove norme

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento