Caffè, la Germania batte l'Italia: leader Ue per la produzione

Nei due Stati, oltre la metà delle 1,8 milioni di tonnellate prodotte nel 2018 in tutta l'Unione. I tedeschi sono anche i maggiori importatori dai Paesi fuori extra europei

Oltre la meta del caffè prodotto nel 2018 dai Paesi dell'Unione europea proveniva dalla Germania e dall'Italia. Ma nella classifica dei maggiori produttori Ue, i tedeschi ci battono. E non di poco. E' quanto emerge dai dati Eurostat diffusi in occasione della Giornata internazionale del caffè.

Nello specifico, la Germania ha prodotto nel 2018 caffè tostato per 551mila tonnellate (31% della produzione totale dell'Ue), quello italiano, 414mila tonnellate (23%). Al terzo posto si trova la Francia, con 139 mila tonnellate e l'8% del mercato, seguita da Spagna, Paesi Bassi, e Svezia. Complessivamente nel 2018 nell'Unione la produzione è stata superiore a oltre 1,8 milioni di tonnellate di caffè, il 3% in meno rispetto a 10 anni fa. La produzione di caffè dell'Ue vale 10,5 miliardi di euro ed è pari a circa 3,4 chilogrammi per abitante.

Coffee imports-2

Ma le tonnellate prodotte dentro i confini europei non è sufficiente a soddisfare la domanda. Nel 2018, infatti, i Paesi Ue hanno importato oltre 3 milioni di tonnellate di caffè, il 12% in più rispetto a 10 anni fa per una cifra pari a 7,8 miliardi di euro. La maggior parte del caffè importato da Paesi extra-Ue proveniva da Brasile (901mila tonnellate) e Vietnam (770mila). A seguire Honduras, Colombia, Uganda, India, Perù ed Etiopia.

I maggiori importatori di caffè sono i tedeschi (1,1 milioni di tonnellate importate, pari al 36% delle importazioni extra-Ue). Al secondo posto ancora una volta l'Italia con 587mila tonnellate. Sul gradino più basso del podio il Belgio (277mila). 

Coffee production-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Coldiretti lancia l'Sos presepe: dalle stalle spariti 2 milioni di animali

  • Pesticidi, Parlamento Ue: "Pac ne incentivi la riduzione"

  • Semaforo rosso al nutri-score francese, arriva la ‘batteria’ in etichetta che piace al made in Italy

  • Bilancio Ue, dagli Stati tagli alla Pac per 75 miliardi

  • Aceto, Corte Ue: “Si può chiamare ‘balsamico’ anche quello tedesco”

  • Riutilizzo delle acque di scarico per l’irrigazione, arriva il via libera da Bruxelles

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento