I sindacati chiedono a Centinaio sostegno al reddito dei lavoratori agricoli

In Puglia colpiti dalle conseguenze della gelate e per la xylella

I lavoratori agricoli pugliesi sono in difficoltà a causa delle conseguenze dovute alle gelate dello scorso anno e alla xylella. Per questo i sindacati stanno facendo pressione sul governo, in particolare sul ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio, perché li aiuto con un sostegno al reddito. I sindacati di categoria Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil hanno incontrato Centinaio per discutere del tema. “Abbiamo chiesto che agisca con determinazione e risorse concrete per rispondere alle sofferenze che i lavoratori agricoli pugliesi stanno vivendo a causa delle gelate del 2018 e della xylella. Tra le misure urgenti da intraprendere, abbiamo apprezzato la volontà del ministro di agire con due specifici emendamenti, da presentare al prossimo decreto semplificazioni e in Conferenza Stato-Regioni, che consentiranno di agire sulle conseguenze delle gelate e sulla xylella", affermano i sindacati, presenti al tavolo anche con i rispettivi segretari generali regionali.

"Ma, partendo dal dramma dei lavoratori pugliesi, il punto per noi più rilevante è la proposta che abbiamo rivolto al Ministro di modificare l'attuale legge sulle calamità naturali, chiedendo di riconoscere ai lavoratori agricoli a tempo determinato, per i due anni successivi a quello per il quale le imprese hanno fruito dei benefici di legge, un numero di giornate pari a quelle accreditate l'anno precedente. Una misura che consentirà ai lavoratori di accedere a tutele fondamentali almeno sul versante della disoccupazione agricola e della contribuzione previdenziale".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Filiera

    Arance rosse in Cina? Ci sono già e non sono siciliane

  • Filiera

    Kiwi italiani venduti con etichetta francese, la maxi-truffa fa infuriare Parigi

  • Filiera

    "La nuova Pac serva a rilanciare l'olio italiano"

  • Notizie

    Italia-Cina, Cia: bene cooperazione ma per l'export serve strategia europea

I più letti della settimana

  • "Con un software ridurremo del 7% i consumi d'acqua nei campi"

  • Arance rosse in Cina? Ci sono già e non sono siciliane

  • Kiwi italiani venduti con etichetta francese, la maxi-truffa fa infuriare Parigi

  • In Italia 2 bambini su 5 sono sovrappeso. La risposta Ue: frutta, verdura e latte nelle scuole

  • “Carne di animali malati venduta nei supermarket”, scandalo in Olanda

  • Cnr: “Migranti in Italia? Colpa del clima”. E l’agricoltura può fare di più dei porti chiusi

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento