Cibo, il Cor chiede un sistema europeo obbligatorio di etichettatura per i prodotti alimentari

Le regioni europee chiedono anche di introdurre nelle scuole, “specie gli asili e le elementari”, programmi educativi volti a promuovere uno stile di vita sano e attivo

I cibi che finiscono sulla tavola non contengono informazioni sufficienti per capire che cosa si mangia. Ne è convinto il Comitato delle regioni europeo (Cor), che chiede di istituire un sistema europeo obbligatorio di etichettatura per i prodotti alimentari. L'Assemblea dei rappresentanti politici locali e regionali dell'Ue si dice “preoccupata” per la mancanza di informazioni affidabili destinate ai bambini in età scolare e agli altri consumatori. “Quanto formaggio, in realtà, c’è nel formaggio che noi mangiamo? Sappiamo veramente che cosa mangiamo?” Per cercare di dare risposte chiare a queste domande il Cor ha adottato delle raccomandazioni per la promozione della sana alimentazione e delle buone pratiche alimentari, di cui il sistema di etichettatura non è che una degli elementi.

Se la raccomandazione formulata dal Comitato delle regioni sarà accolta da Consiglio e Parlamento Ue, i produttori alimentari saranno tenuti ad apporre un’etichetta cromatica sulle confezioni dei loro prodotti, con l’indicazione del tenore di zuccheri, sale e grassi. Le regioni europee intendono introdurre nelle scuole, “specie gli asili e le elementari”, programmi educativi volti a promuovere uno stile di vita sano e attivo, che comprendono un’educazione ad abitudini alimentari a base di frutta e verdura, prodotti lattiero-caseari a basso tenore di grassi e cereali integrali. Il Cor è convinto che “il sistema di etichettatura e le altre idee proposte andrebbero a beneficio di tutte le fasce di età e di tutti i settori della società”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I supermercati più cari? In Sicilia e Calabria. In Veneto la spesa più economica

  • Acciughe tossiche e integratori con salmonella: i gravi rischi alimentari corsi nel 2018

  • Merende bocciate: troppe calorie per 1 bambino italiano su 2

  • Vongole, tra Spagna e Italia è braccio di ferro. M5s e Lega: "No passi indietro da Ue"

  • La Fao: bisogna difendere la dieta mediterranea dai fast food

  • Gli snack bio e a Km0 conquistano i distributori automatici. Ma il re resta il caffè

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento