In piazza 3mila gilet arancioni per ottenere lo stato di calamità e misure anti Xylella

Dopo la protesta a Bari il ministro dell'Agricoltura Centinaio organizza un incontro mercoledì. La Lega presenta un emendamento che accoglie alcune delle richieste dei manifestanti

ANSA/ ISABELLA MASELLI

Oltre tremila agricoltori pugliesi con i loro trattori hanno riempito piazza della Libertà a Bari, colorandola di arancione, il colore della protesta contro il governo nazionale e la Regione Puglia. I 'gilet arancioni' chiedono il riconoscimento dello stato di calamità dopo le gelate di febbraio 2018, interventi mirati e decisi contro la Xylella e lo sblocco delle risorse del Psr impantanato tra mille rivoli burocratici. "Ci sono oltre tremila persone, uomini e donne della terra, che si sono uniti spogliandosi di qualsiasi identità e sposando solo la causa della terra”, ha dichiarato Onofrio Spagnoletti Zeuli, portavoce dei gilet arancioni.

Il movimento ha spiegato di aver rifiutato di incontrare il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, domani perché non voleva che l'incontro coincidesse con quello della Coldiretti, che non ha partecipato alla mobilitazione. “Noi ringraziamo il ministro Centinaio per averci invitato domani a Roma, ma non parteciperemo perché non intendiamo prestare il fianco a chi organizza, guarda caso proprio domani, un'altra sceneggiata dopo quella del 31 dicembre sotto la Regione Puglia, stavolta proprio sotto il Ministero luogo dell'incontro, per prendersi meriti che proprio non ci sono e per issare ancora una volta la bandiera dell'arroganza alla faccia dei problemi veri degli agricoltori e degli Olivicoltori pugliesi", ha affermato Spagnoletti Zeuli. L'incontro avverrà mercoledì e vi prenderanno parte anche Cia, Confagricoltura e Agrinsieme.

E la protesta a quanto pare ha raccolto i primi frutti. “I parlamentari della Lega hanno depositato, dopo la nostra manifestazione, l'emendamento per la declaratoria dello stato di calamità per le gelate 2018 nell'ambito del decreto semplificazione: abbiamo avuto la garanzia che verrà blindato dalla maggioranza già in Senato, con l'appoggio nello specifico anche dei parlamentari delle opposizioni presenti alla manifestazione", ha annunciato Spagnoletti Zeuli.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Ambiente&Clima

    "Basta olio di palma nel diesel", a Bruxelles la petizione con oltre 500mila firme

  • Ambiente&Clima

    Pesca elettrica, M5s a Ue: "No a proroghe, sia bandita entro agosto"

  • Filiera

    La crisi dell zucchero italiano, appello all'Ue: "Servono misure straordinarie"

  • Ambiente&Clima

    Pesticidi, Parlamento Ue: "Più trasparenza sulle autorizzazioni al commercio"

I più letti della settimana

  • Pesca elettrica, M5s a Ue: "No a proroghe, sia bandita entro agosto"

  • "Basta olio di palma nel diesel", a Bruxelles la petizione con oltre 500mila firme

  • La pizza "italiana" vale 15 miliardi

  • Brexit senza accordo? "Pesanti conseguenze per agroalimentare italiano"

  • Il biologico sotto accusa: "Inquina ed è antieconomico". FederBio: "Tesi vecchie e già smentite"

  • Animalisti contro gli allevamenti delle quaglie: vivono nello spazio di uno smartphone

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento