Strasburgo approva le nuove norme su grappe e acquaviti contro le contraffazioni

Gardini (FI): “Le nostre eccellenze italiane saranno protette dalla concorrenza di alcune bevande europee”

Foto Ansa

Il Parlamento di Strasburgo ha dato il via libera alle nuove norme per la definizione, presentazione ed etichettatura delle bevande spiritose (distillati, liquori, amari) e protezione delle loro indicazioni geografiche. Tra le novità del regolamento, frutto di un accordo raggiunto con il Consiglio, l'estensione della tutela anticontraffazione per le Dop e Igp anche ai prodotti in transito nel territorio doganale dell'Unione europea e il riferimento in etichetta del componente alcolico più giovane a indicare l'invecchiamento, con controlli da parte di autorità fiscali.

"In questo modo, i consumatori sapranno esattamente quanto è stata invecchiata la bevanda e le nostre eccellenze italiane, che già seguono queste regole, saranno protette dalla concorrenza di alcune bevande europee", è stato i commento della presidente degli eurodeputati di Forza Italia, Elisabetta Gardini. È stato inoltre introdotto un registro elettronico delle indicazioni geografiche, fondamentali per certificare la provenienza geografica delle bevande tipiche delle nostre regioni. “Questo nuovo Regolamento sarà di supporto a uno dei settori più prestigiosi per l’Italia e a uno dei più importanti settori europei delle esportazioni agroalimentari: più di 10 miliardi di euro nel 2016 che rappresentano l'8% dell'export agro-alimentare europeo totale”, conclude Elisabetta Gardini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Le Storie

    L'Italia in piazza (e al supermercato) contro i pesticidi. Ma Agrofarma non ci sta: "Basta fake news"

  • Ambiente&Clima

    Xylella, l'Ue ammette: "C'è un'alternativa agli abbattimenti, ma non elimina il batterio"

  • Ambiente&Clima

    Il maltempo piomba sulle tavole: aumentano i prezzi delle verdure 

  • Filiera

    Pesca, M5s attacca Bruxelles: "Si oppone a norme a favore dei piccoli pescatori"

I più letti della settimana

  • Dal grana al prosciutto, quel "bollino nero" della Fao che fa paura al made in Italy

  • Xylella, l'Ue ammette: "C'è un'alternativa agli abbattimenti, ma non elimina il batterio"

  • Birra 'salata', maxi multa Ue al produttore di Beck's e Corona

  • Glifosato, la Bayer condannata a risarcire con 2 miliardi due malati di cancro

  • Emergenza olio d'oliva: in un anno scomparse 3 bottiglie su 5 made in Italy

  • In 5 mila geni del pomodoro il segreto del sapore perduto

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento