"Ue renda obbligatoria l'indicazione geografica dei prodotti"

Appello M5S: "Il 70% dei cittadini europei chiede di poter conoscere la provenienza degli ingredienti contenuti nei cibi che acquistano e mangiano. Le regole oggi in vigore creano solo confusione e non consentono ai consumatori di fare scelte consapevoli"

L'eurodeputata Eleonora Evi

“Il 70% dei cittadini europei chiede di poter conoscere la provenienza degli ingredienti contenuti nei cibi che acquistano e mangiano. Le regole europee oggi in vigore creano solo confusione e non consentono ai consumatori di fare scelte consapevoli. Al Parlamento europeo abbiamo oggi sostenuto la petizione lanciata da Coldiretti e da Fondazione Campagna Amica per dire stop cibo falso”, dichiara Eleonora Evi, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

“La libertà del cittadino di scegliere cosa mangiare viene prima della libertà del mercato. Più un cibo viaggia, maggiori sono le emissioni di gas serra. Inoltre gli Stati UE hanno regole diverse a proposito dell’uso di pesticidi e diserbanti, altro fattore del quale i cittadini hanno diritto di tenere conto”, aggiunge l’europarlamentare Dario Tamburrano.

"Il nuovo regolamento che entrerà in vigore nel 2020 spazzerà via le norme italiane che prevedono l’obbligo di indicare l’origine della materia prima sull’etichetta di latte, pasta, riso e pomodoro. A pagarne le conseguenze saranno le imprese italiane che verranno danneggiate da prodotti che evocano il Made in Italy ma che di italiano non hanno proprio nulla. L'Europa deve dimostrare di avere a cuore le richieste dei cittadini e introdurre etichette obbligatorie che garantiscano trasparenza e tracciabilità”, concludono i due europarlamentari.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Le Storie

    L'Italia in piazza (e al supermercato) contro i pesticidi. Ma Agrofarma non ci sta: "Basta fake news"

  • Ambiente&Clima

    Xylella, l'Ue ammette: "C'è un'alternativa agli abbattimenti, ma non elimina il batterio"

  • Ambiente&Clima

    Il maltempo piomba sulle tavole: aumentano i prezzi delle verdure 

  • Filiera

    Pesca, M5s attacca Bruxelles: "Si oppone a norme a favore dei piccoli pescatori"

I più letti della settimana

  • Dal grana al prosciutto, quel "bollino nero" della Fao che fa paura al made in Italy

  • Xylella, l'Ue ammette: "C'è un'alternativa agli abbattimenti, ma non elimina il batterio"

  • Birra 'salata', maxi multa Ue al produttore di Beck's e Corona

  • Glifosato, la Bayer condannata a risarcire con 2 miliardi due malati di cancro

  • Emergenza olio d'oliva: in un anno scomparse 3 bottiglie su 5 made in Italy

  • In 5 mila geni del pomodoro il segreto del sapore perduto

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento