L'Ue sostiene gli agricoltori colpiti dalla siccità

Potranno ricevere una percentuale più elevata degli anticipi sui pagamenti diretti e di quelli per lo sviluppo rurale

La Commissione Europea ha varato misure straordinarie per aiutare gli agricoltori ed allevatori europei alle prese con la siccità, prodotta dalle ondate di caldo che colpiscono in questi giorni l'Europa Occidentale. Gli agricoltori potranno, in particolare, ricevere una percentuale più elevata degli anticipi sui pagamenti diretti (fino al 70%) e dei pagamenti sotto la voce dello sviluppo rurale (fino all'85%), a partire da metà ottobre, al fine di migliorare la situazione di cassa. Inoltre, per poter nutrire gli animali, avranno una maggiore flessibilità nell'utilizzo dei terreni che, in tempi normali, non sono utilizzati a fini produttivi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il commissario europeo all'Agricoltura Phil Hogan, che è in contatto con i Paesi membri, "queste condizioni climatiche prolungate sono preoccupanti per i nostri agricoltori. Siamo pronti a venire in aiuto degli agricoltori colpiti dalla siccità: per questo abbiamo deciso di aumentare gli anticipi dei pagamenti e di introdurre delle deroghe alle regole sul rinverdimento, per facilitare la produzione di foraggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La catena di fast food più diffusa al mondo? Non è McDonald's

  • "Nuovi focolai di coronavirus", i macelli preoccupano la Germania

  • Riparte la pesca al tonno rosso ma senza trasferimenti di quote tra Italia e Malta

  • Merendine per i bambini? Due genitori su tre le acquistano anche per mangiarle loro

  • Due casi di contagio di coronavirus da visoni, in Olanda test in tutti gli allevamenti

  • Il Covid-19 fa dimenticare l'altra grande pandemia mondiale: la peste suina

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento