Coldiretti: boom del prosecco italiano all'estero, più 20% in Francia patria dello champagne

Le vendite sono aumentate in valore al di fuori dei confini nazionali del 14%. Lo spumante apprezzato soprattutto in Stati Uniti, Regno Unito e Germania

Ansa DELTA/ANSA/KLD

È un anno d'oro per il prosecco. Lo spumante italiano ha fatto segnare un record di vendite all'estero con un aumento del 14% in valore rispetto all'anno precedente, un aumento che in Francia, la patria dello champagne, è addirittura del 20%. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi ai primi cinque mesi dell'anno, in occasione dell'inizio della vendemmia. Fuori dai confini nazionali, precisa la Coldiretti, i consumatori più appassionati dello spumante italiano sono gli Stati Uniti, seguiti dal Regno Unito e a distanza dalla Germania. Nella classifica delle bollicine italiane preferite nel mondo oltre al Prosecco ci sono tra gli altri l'Asti e il Franciacorta che ormai sfidano alla pari il prestigioso champagne francese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un successo che, afferma la confederazione, spinge lo spumante italiano sui mercati internazionali dove le esportazioni erano risultate pari a 1,36 miliardi nell'intero 2017. L'Italia è al primo posto nel mondo come paese produttore di bollicine con un quantitativo che sfiora 700 milioni di bottiglie, di cui circa due su tre di Prosecco. Però, fa notare la Coldiretti, è ancora troppo elevato il differenziale di prezzo medio per bottiglia rispetto allo champagne francese che ha quotazioni medie molto superiori. Secondo la Cokdiretti la colpa è del fatto che ci sono ormai troppe imitazioni in tutti i continenti a partire dall'Europa dove sono in vendita bottiglie di Kressecco e di Meer-Secco prodotte in Germania, che richiamano palesemente al nostrano Prosecco che viene venduto addirittura sfuso alla spina nei pub inglesi, senza parlare delle imitazioni presenti dalla Russia al Sud America.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un 'carico di virus' dalla Cina bloccato in Italia: "Sventati gravi rischi per le piante"

  • "Trasformiamo il vino in 'amuchina'", l'idea italiana contro il Covid

  • "Coronavirus, basta file inutili e pericolose davanti ai supermercati”

  • Paghi la birra ora, la bevi quando riapre il locale: nasce il "pub solidale" contro il coronavirus

  • Il coronavirus "libera" 1 milione di posti di lavoro nell'agricoltura europea

  • Coronavirus, ora il grano vale più del petrolio

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento