La crisi dello zucchero italiano, appello all'Ue: "Servono misure straordinarie"

La richiesta di Confagricoltura in vista della riunione a Bruxelles del Gruppo di alto livello istituito per far fronte alla situazione del comparto

L'Unione europea metta in campo misure straordinarie per sostenere il comparto dello zucchero, alla prese con una profonda crisi. E' quanto chiede Confagricoltura in vista della riunione del Gruppo di alto livello istituito a Bruxelles per affrontare proprio la situazione del comparto. La riunione si terrà il prossimo 29 gennaio.

Confagricoltura ricorda "il trend in continuo calo delle superfici investite che nel nostro Paese si sono contratte di quasi il 60 per cento negli ultimi undici anni". Le ragioni di questa crisi "sono da ricercare nella accresciuta competitività del mercato che ha fatto crollare i prezzi dello zucchero comunitario ormai intorno ai 300 euro/tonnellata, mentre solo un anno prima si era a livelli intorno ai 500 euro/tonnellata. Il tutto con particolare pregiudizio per i Paesi del Sud Europa come l’Italia, ma la flessione delle quotazioni ha pesato anche sui bilanci delle principali industrie di trasformazione a livello europeo", dice l'organizzazione degli agricoltori italiani.

"Lo scorso anno – spiega ancora Confagricoltura - è in particolare aumentata la concorrenza interna al mercato dell’UE, conseguente al superamento delle quote zucchero e con una superproduzione da parte dei Paesi europei maggiori produttori". Da qui la richiesta di interventi ad ho da parte dell'Ue. “Attendiamo proposte che prevedano benefici diretti per la produzione agricola incentivando così gli investimenti – ha precisato il presidente Massimiliano Giansanti – valorizzando il nostro prodotto e rilanciando una filiera essenziale per l’agricoltura e l’agroalimentare nazionale.”

“In Italia, abbiamo avuto segnali incoraggianti – ha proseguito il presidente di Confagricoltura – grazie anche all’impegno dimostrato dal ministro Centinaio in sede comunitaria, ma anche nazionale, con la approvazione del decreto che ha aumentato il plafond a disposizione del pagamento accoppiato per le barbabietole da zucchero, che potrà contare dal 2019 di circa 6 milioni in più di euro per anno”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • al bomba ecologica al centro di Roma (l'amianto del cinema Apollo) è una bufala, la solita bufala diffusa dalle ditte che vogliono accaparrarsi i lavori di bonifica, il tutto condito da generale ignoranza. L'amianto può essere toccato, bevuto mangiato ed è innocuo. Unico limite non dev'essere respirato, perché nei polmoni può generare tumori. Lla legge impone la innocuizzazione dei manufatti contenenti amianto, nel senso che il manufatto non deve presentare parti che si sbriciolano (sono queste a rilasciare le microfibfre cancerogene per i polmoni). La innocuizzazione prevede anche la possibilità di incapsularlo, con vernici, resine, cementi. L'essenziale è che il manufatto contenente amianto non si sbricioli all'aria. ing. Fausto Carratù

Notizie di oggi

  • Le Storie

    In Italia 2 bambini su 5 sono sovrappeso. La risposta Ue: frutta, verdura e latte nelle scuole

  • Ambiente&Clima

    "Con un software ridurremo del 7% i consumi d'acqua nei campi"

  • Filiera

    I prodotti tipici del made in Italy? Per il 92% sono custoditi dai piccoli Comuni"

  • Filiera

    Un italiano su due comprerebbe solo cibo bio

I più letti della settimana

  • "A Londra è corsa alle scorte di cibo italiano. Per paura della Brexit"

  • Le compagnie vogliono il bando del consumo di alcool del duty free sui voli

  • Agli animali 2,5 tonnellate di antibiotici ogni 10 minuti. Allarme per l'uomo

  • Insetti nel piatto? I maschi, giovani e di buona cultura i più propensi a mangiarli

  • “Carne di animali malati venduta nei supermarket”, scandalo in Olanda

  • L'agricoltura "beve" il 70% dell'acqua mondiale. Mentre 2 miliardi di persone sono a secco

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento