"Ue tuteli il comparto dello zucchero"

De Gasperis (Uila): "Bruxelles charisca se lo considera o meno un prodotto strategico per l'agricoltura e l'industria alimentare"

"Sono stati giorni estremamente importanti per la filiera bieticolo saccarifera a partire dall'Italia dove, grazie all'impegno delle istituzioni, degli agricoltori e delle organizzazioni sindacali, un player fondamentale come Coprob ha confermato l'avvio della prossima campagna per entrambe le fabbriche di Minerbio e Pontelongo''. Lo afferma Gabriele De Gasperis, segretario nazionale Uila, a conclusione della due giorni che ha visto lo zucchero protagonista, a Bruxelles, nell'ambito delle riunioni sia del Gruppo di Alto Livello sia del Dialogo Sociale.

''L'Europa deve chiarire una volta per tutte se considera lo zucchero una semplice commodity o, al contrario, un prodotto strategico per l'agricoltura e l'industria alimentare. Non possiamo accettare infatti l'idea di un destino ineluttabile che divida l'Ue tra paesi in cui la produzione di zucchero è destinata ad aumentare e paesi in cui sembra inesorabilmente destinata a cessare'' sostiene De Gasperis.

''Noi, che crediamo fermamente nella strategicità della filiera bieticolo saccarifera, appoggiamo la richiesta avanzata dal Governo italiano di un sostegno all'ammasso privato e ci auguriamo che il gruppo di esperti, che si riunirà il prossimo 19 marzo, faccia propria tale proposta impegnandosi a mantenere l'attività delle filiere europee in ogni paese dove sono presenti'' prosegue il segretario. ''Abbiamo richiesto che le organizzazioni dei lavoratori siano invitate a partecipare all'incontro a Bruxelles e siamo convinti che i lavoratori di paesi come l'Italia debbano cogliere l'occasione per organizzare, in contemporanea, un'importante iniziativa a sostegno del settore e della sua strategicità'', conclude De Gasperis. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lega nomina il nuovo direttore dell'Agea. E il M5s si infuria

  • La pasta stufa gli inglesi: “Crollo dei ristoranti italiani nel Regno Unito”

  • Troppo caldo, la raccolta delle mele parte in anticipo (e in ribasso)

  • "Dall'enogastronomia benefici per il territorio ancora poco sfruttati"

  • "Un piano per l'agroindustria italiana per creare 100mila posti di lavoro"

  • Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento