Da Bruxelles "regalo di Natale" agli agricoltori: aiuti extra per 467 milioni

La somma è frutto dei fondi risparmiati grazie al mancato utilizzo della riserva per le crisi agricole, dato che i danni per il maltempo sono stati coperti con altre risorse aggiuntive. I pagamenti diretti partiranno da inizio dicembre

Bruxelles rimborserà 467 milioni di euro agli agricoltori europei. Risorse che saranno a disposizione degli Stati membri già dal 1 dicembre di quest'anno. Lo ha deciso la Commissione europea.

Le somme fanno parte della riserva per le crisi agricole del 2019, un fondo che viene creato ogni anno per far fronte a eventuali emergenze. Le emergenze, soprattutto quelle legate al maltempo, vi sono state in effetti, ma la Commissione europea ha provveduto a coprirle con "misure di sostegno aggiuntive per aiutare gli agricoltori colpiti dalle condizioni meteorologiche estreme di questa estate", spiega in una nota.

I 467 milioni cosi' risparmiati saranno adesso girati agli Stati membri, che a loro volta dovranno indirizzarle agli agricoltori nell'ambito del bilancio per il sostegno al reddito. Il concetto di riserva per le crisi agricole e il suo meccanismo di rimborso è stato concordato nella riforma della Pac del 2013. È stato applicato per la prima volta nell'esercizio finanziario 2014. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Coldiretti lancia l'Sos presepe: dalle stalle spariti 2 milioni di animali

  • Pesticidi, Parlamento Ue: "Pac ne incentivi la riduzione"

  • Semaforo rosso al nutri-score francese, arriva la ‘batteria’ in etichetta che piace al made in Italy

  • Bilancio Ue, dagli Stati tagli alla Pac per 75 miliardi

  • Aceto, Corte Ue: “Si può chiamare ‘balsamico’ anche quello tedesco”

  • Riutilizzo delle acque di scarico per l’irrigazione, arriva il via libera da Bruxelles

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento