Il biologico in Europa vale 40 miliardi

Secondo i dati aggiornati dell'annuario Fibl, il settore è in costante crescita. La Spagna leader Ue per superfici coltivate seguita da Francia e Italia

Il mercato dei prodotti da agricoltura biologica in Europa continua a crescere. Nel 2018 ha raggiunto un valore di 40,7 miliardi di euro, secondo al mondo dopo il Nord America (43 miliardi) e in aumento dell'8% rispetto al 2017. L'Italia è il Paese Ue con più produttori, ma siamo terzi dopo Spagna e Francia per superfici coltivate. Sono i dati emersi dall'annuario Fibl, l'Istituto di ricerca per l'agricoltura biologica con sede in Svizzera.

La Spagna, come dicevamo, resta leader Ue per superfici a bio con 2,2 milioni di ettari, la Francia segue con 2 milioni, quindi c'è l'Italia con 1,9 milioni. I mercati più grandi dell'Ue in termini assoluti sono in Germania, Francia e Italia, mentre i danesi sono quelli che spendono di più in prodotti bio, con 312 euro procapite l'anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nell'Unione europea il settore continua a crescere, con un mercato da 37,4 miliardi (+7,7%), i consumatori che spendono in media 76 euro procapite l'anno in alimenti biologici, e i produttori e trasformatori che aumentano di numero rispettivamente del 7,2 e del 5,6% in confronto al 2017. Nel mondo 2,8 milioni di agricoltori (specialmente in India, Uganda ed Etiopia) producono su 71.5 milioni di ettari a biologico (+2,9% sul 2017), ossia l'1,5% del totale delle superfici coltivate, e il mercato vale 97 miliardi di euro l'anno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Così le banche dello sviluppo sostengono massicciamente gli allevamenti intensivi

  • La Malesia denuncia l'Ue al Wto: “Lo stop all’olio di palma danneggia la nostra economia”

  • Le Alpi si tingono di rosa, un'alga colora la neve ma la fa anche sciogliere prima

  • Anche in Austria i macelli diventano focolai di coronavirus

  • Via libera all'etichetta per tutelare i salumi Made in Italy

  • Più attenti e informati sul cibo: come il coronavirus ha cambiato la spesa degli italiani

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento