Agricoltura, a rischio quasi mezzo miliardo di fondi Ue

La denuncia di Confagri. L'80% delle somme a rischio concentrate in Sardegna, Puglia, Sicilia, Campania e Basilicata.

Poco più di 444 milioni, quasi mezzo miliardo di euro. A tanto ammontano le risorse Ue della Politica agricola comune che l'Italia rischia di perdere. La denuncia è di Confagricoltura, che segnala come l'80% delle somme a rischio siano concentrate in 5 regioni: Sardegna, Puglia, Sicilia, Campania e Basilicata.

"Sono a rischio disimpegno poco più di 444 milioni di euro di risorse comunitarie a valere dei piani di Sviluppo rurale regionali e nazionali; per una spesa pubblica complessiva di quasi 800 milioni di euro che verrebbe meno per il sistema agricolo nazionale", si legge nell'analisi della giunta di Confagricoltura, riunita oggi ad Alessandria per celebrare i 100 anni della Confederazione. "E' particolarmente grave poi - evidenzia la giunta - che oltre i tre quarti delle somme comunitarie a rischio siano concentrate in quattro delle cinque regioni meno sviluppate e cioè Puglia, Sicilia, Campania e Basilicata; sommando anche il possibile disimpegno del Psr della Regione Sardegna si arriva ad oltre l'80% delle somme a rischio che si concentrano in sole cinque regioni meno sviluppate e in transizione".

"Ho scritto nei giorni scorsi al ministro Bellanova per sollecitare tutta l'urgenza e la rilevanza che richiede questa situazione - dice il presidente Massimiliano Giansanti - proponendo anche l'istituzione di un tavolo specifico partecipato da organizzazioni agricole e regioni per indirizzare al meglio l'attività nelle prossime settimane, evitando per quanto possibile il disimpegno ma anche per programmare azioni efficaci per l'immediato futuro", conclude Giansanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "La mafia 'agricola' vale 24,5 miliardi"

  • Le diete scorrette hanno provocato 98mila morti in un anno. Più del fumo

  • "Ue vieti additivo E171 per caramelle e sughi, mette a rischio la salute"

  • Batteria contro semaforo, la controffensiva italiana al bollino rosso su Grana e crudi

  • Vino senza frontiere, i produttori Ue e Usa uniti contro i dazi

  • Nutri-score, proposta per renderlo obbligatorio nell’Ue. Il ‘padre’ del semaforo: “Noi contro l’Italia? Falso”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento