Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dalla barca alla tavola: a Salerno il pesce è a "miglio zero"

Tra ristorazione e vendita al dettaglio, la cooperativa Acqua Marina nata nel '94 adesso punta anche alle conserve

 

La missione è portare sulle tavole e nelle case delle persone il pesce fresco locale, catturato entro le 3 miglia della costa. Ma anche quella di "invogliare i figli dei pescatori ad abbracciare questo mestiere uno dei più duri al mondo". Con questi obiettivi, dal 1994, a Salerno opera Acqua Marina, cooperativa di pescatori il cui "marchio di fabbrica" è il pesce a "miglio zero". "Lavoriamo solo con la pesca costiera - spiega Salvatore Fiorillo - Prendiamo il pescato di giornate e lo vendiamo al dettaglio e ai ristoratori. Una parte, poi, la teniamo per il nostro servizio di ristorazione: lo cuciniamo noi direttamente al porto". Prossimi obiettivi: la promozione della pescaturismo e la produzione di conserve. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento