"Ho costruito una fattoria sociale per dare un futuro alla mia bimba diversamente abile"

La storia della Casa di Anna, creata da Piero Pellegrini a Venezia. E diventata un punto di riferimento per i soggetti più svantaggiati

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Piero Pellegrini ha fondato la Casa di Anna per poter dare un futuro alla figlia, colpita da una malattia che l’ha resa diversamente abile, e rendendo questa fattoria sociale, dove si svolgono attività agricole, orticultura biologica e ristorazione, disponibile anche ad altre persone che hanno riscontrato le stesse problematiche, ma anche a soggetti svantaggiati come ex carcerati e migranti. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Potrebbe Interessarti

  • Le Storie

    Da orto di famiglia a laboratorio di biodiversità: ecco il Vecjo Mulin

  • Le Storie

    Quando una sfera può fermare le emissioni nocive

  • AgroTools

    Pac post-2020 a rischio? "Senza accordo andare avanti con norme attuali"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento