Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Altro che bovini, alla Masseria Picone si fa business con la lumaca (biologica e italiana)

Dalle conserve ai sughi pronti passando per i prodotti cosmetici: l'idea imprenditoriale di Giovanni Marra

 

Quando l'azienda di famiglia ha deciso di chiudere l'allevamento di bovini, Giovanni Marra ha pensato bene di trasformare la Masseria Picone di Castel Campagnano, nel Casertano, in un centro per l'allevamento delle lumache: "Oggi, oltre alle lumache vive, produciamo e  vendiamo conserve, sughi pronti e anche prodotti cosmetici fatti con la bava di lumaca". Lumaca biologica, sia chiaro: "Le alleviamo con cavolo cavaliere, radicchio e cicoria. Non certo i mangimi che vengono utilizzati nel Nord Europa. E soprattutto noi le facciamo crescere all'aria aperta e non al chiuso". L'obiettivo è fare un prodotto di eccellenza che sia venduto in tutta Italia, visto che il 60 per cento delle lumache comprate nel nostro Paese viene dall'estero. Da qui, la nascita di un Consorzio italiano della elicicoltura, di cui Marra fa parte, il cui obiettivo è "valorizzare la lumaca italiana biologica".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento