Dalle erbe coltivate in alta quota nascono i cosmetici di montagna

Una tradizione ereditata dal padre e portata avanti con la madre. Ecco i segreti delle creme "del vicino" made in Val d'Aosta

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...
 

Giulio Barletti e sua madre, Bruna Vai, sono due ex restauratori che a un certo punto hanno deciso di indossare il camice e imbracciare la zappa per produrre cosmetici di montagna, come amava fare il padre/marito prima di morire. E cosi', abbandonata la città, Torino, per trasferirsi a Champorcher, un piccolissimo comune della Valle d'Aosta a oltre 1.400 metri di altitudine, hanno messo in piedi un'azienda agricola a filiera completa, l'unica della regione. Dove coltivano le erbe con le quali poi producono i cosmetici che vendono.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Forse anche la Maria visto che è diventata terapeutica?

Potrebbe Interessarti

  • Le Storie

    "Mezzo ettaro e un finanziamento Ue, così sono diventato imprenditore di vini e liquori"

  • Infografiche

    La Pac al servizio dei giovani

  • AgroTools

    "Pac promuova le aziende agricole di piccole e medie dimensioni"

  • AgroTools

    "Pac finanzi gli allevamenti estensivi"

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento