Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con i fondi Ue ho eliminato il diserbo chimico: così i miei ortaggi rispettano l'ambiente e tutelano i consumatori"

L'iniziativa imprenditoriale di Enrico Nascimben, che ha preso in mano l'eredità del nonno. Innovandola

 

Alle "Terre di Carlo", a Rovarè di San Biagio di Callata (Treviso), Enrico Nascimben coltiva un po' di tutto, dai cereali agli ortaggi, tra cui pomodori, peperoni, melanzane, asparagi e il "classico" radicchio. Lo fa dal 2017, da quando ha deciso di aprirsi la partita Iva e prendere in mano l'attività del nonno, lui che viene da generazioni di contadini. "Sono nato in mezzo ai campi - racconta - Da quando sono diventato imprenditore, ho deciso di optare per la vendita diretta, senza passare dalla grande distribuzione, e questo perché la gente apprezza di più il prodotto e i margini di guadagno sono più alti". I fondi europei del Psr li ha usati subito per apportare una piccola-grande innovazione: "Ho ottenuto dei finanziamenti per acquistare una serie di macchinari, tra cui uno apposito per gli ortaggi: questo macchinario fa il diserbo meccanico evitando quello chimico. In questo modo, si valorizza il prodotto, si rispetta l'ambiente e si tutelano i consumatori", conclude. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento