Scandalo della carne da mucche malate, la Polonia: “Un caso isolato”

Il ministro Ardanowski: “Un incidente che tuttavia rovina indubbiamente la reputazione del nostro cibo”

Il caso della carne bovina ricavata da mucche malate e macellate senza controlli è un caso “isolato”. Lo ha assicurato il ministro dell'Agricoltura del paese Jan Krzysztof Ardanowski parlando all'emittente radiofonica pubblica polacca "Polskie Radio". “È un problema, perché è un incidente casuale, che tuttavia rovina indubbiamente la reputazione del cibo polacco", ha detto Ardanowski. Il ministro ha avvertito che se ci fossero altri casi simili in Polonia, tutti coloro che sono coinvolti nel commercio di carne di animali malati dovrebbero far fronte a "conseguenze drammatiche".

Il direttore dell'Ufficio di amministrazione Agroalimentare, Pawel Niemczuk, ha inoltre informato che la Polonia ha esportato 2.700 chilogrammi di carne "sospetta" in dieci paesi dell'Ue, ovvero Slovacchia, Ungheria, Estonia, Finlandia, Francia, Lituania, Portogallo, Romania, Spagna e Svezia. Niemczuk ha escluso pero' la possibilita' che nel caso sia coinvolta la Repubblica Ceca, primo paese ad aver reagito alle informazioni diffuse dai media polacchi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Lega nomina il nuovo direttore dell'Agea. E il M5s si infuria

  • La pasta stufa gli inglesi: “Crollo dei ristoranti italiani nel Regno Unito”

  • Troppo caldo, la raccolta delle mele parte in anticipo (e in ribasso)

  • "Dall'enogastronomia benefici per il territorio ancora poco sfruttati"

  • "Un piano per l'agroindustria italiana per creare 100mila posti di lavoro"

  • Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento