Centinaio: “Cuochi ambasciatori del Made in Italy nel mondo”

Il ministro dell'Agricoltura ha firmato un protocollo con la federazione di categoria per dare il vita a iniziative comuni

ANSA / MATTEO BAZZI

Valorizzare il ruolo dei cuochi che sono “ambasciatori” del made in Italy nel mondo. A questo scopo il ministro dell'Agricoltura, Gian Marco Centinaio, ha firmato un protocollo con il presidente della federazione italiana cuochi, Rocco Pozzulo. Si tratta di “un momento importante in linea con quanto abbiamo fatto negli scorsi mesi per la valorizzazione delle nostra enogastronomia, che passa anche attraverso i cuochi, che sono gli ambasciatori del Made in Italy nel mondo. L'obiettivo è iniziare un percorso di iniziative comuni per far conoscere a cittadini italiani e stranieri la grande qualità dei nostri prodotti”, ha dichiarato Centinaio dopo la firma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il ministro "attraverso i cuochi riusciremo a rendere tutti un po' più consapevoli nel consumo dei prodotti del nostro territorio . Abiamo sempre più turisti che scelgono il nostro paese per l'enogastronomia e questo è un punto di forza importante. Attraverso i nostri cuochi trasmettiamo delle emozioni all'estero". Per Rocco Pozzulo, è importante "avvicinare il mondo agricolo a quello della cucina, il legame tra il nostro lavoro e le materie prime è stretto ed è alla base di una cucina di qualità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoperto nei maiali in Cina nuovo virus “con potenziale pandemico per l’uomo”

  • I britannici temono l'arrivo di pollo al cloro e carne agli ormoni dagli Usa dopo la Brexit

  • “Mangiate meno formaggio”, la 'rivoluzione' francese per il bene del clima

  • Così le banche dello sviluppo sostengono massicciamente gli allevamenti intensivi

  • La Malesia denuncia l'Ue al Wto: “Lo stop all’olio di palma danneggia la nostra economia”

  • Le condizioni di lavoro nei macelli li rendono possibili focolai di coronavirus

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento