Pasqua bio: a tavola 1 alimento su 4 sarà biologico e sostenibile

Lo rivela un'indagine dell'Adoc secondo cui “ ben il 60% dei prodotti sarà di origine locale a chilometri zero”

Sarà una Pasqua all'insegna dei prodotti biologici e tradizionali grazie a un'accresciuta sensibilità degli italiani verso un consumo sostenibile, consapevole e responsabile. Tanto che un prodotto su quattro sulla tavola delle feste sarà di origine bio. È quanto rileva l'Adoc, (Associazione Difesa Orientamento Consumatori), in un'indagine elaborata per l'Adnkronos. ''Il 25% dei prodotti che finiranno sulle tavole delle famiglie a Pasqua sarà biologico, sia che provengano da allevamenti che dall'agricoltura - dichiara Roberto Tascini, presidente dell'Adoc - mentre, nel rispetto delle tradizioni e della cultura enogastronomica del territorio, ben il 60% dei prodotti sarà di origine locale a chilometri zero”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Anche sul fronte dei prodotti dolciari tipici di Pasqua, quali uova e colombe, - prosegue Tascini- assistiamo ad una massiccia presenza di alimenti biologici e sostenibili: il 35% circa dei dolci sarà di origine bio. Sono dati che ci fanno ben sperare anche sul lato degli sprechi: ci auguriamo che le famiglie italiane siano attente, sin dal momento degli acquisti, a ridurre sensibilmente la percentuale di prodotti sprecati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'hamburger vegano della Nestlè non potrà più essere "Incredible"

  • La catena di fast food più diffusa al mondo? Non è McDonald's

  • La pandemia stimola l'agricoltura 4.0: robot e droni per sostituire i braccianti

  • Fondi Ue, ecco perché ora la Commissione vuole investire di più in sviluppo rurale

  • Migranti, al via le regolarizzazioni: “Ma non basteranno, servono altri 150mila braccianti dall'Est Europa”

  • Modifiche genetiche, “fateci usare le biotecnologie”. L’appello degli agricoltori britannici

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento