Cannabis, primo farmaco autorizzato nell’Ue: “Aiuterà bambini affetti da epilessia”

Epidiolex potrà essere prescritto anche dai medici italiani. Si assume per via orale, come uno sciroppo, e contiene CBD purificato. Lanciato negli Usa nel 2018, ha ottenuto l’ok dell’Ema per l’introduzione nel mercato europeo

Via libera al primo farmaco a base di cannabis in tutti i Paesi membri dell’Unione europea. A seguito dell’approvazione da parte dell’Agenzia europea per i medicinali (Ema), la cura di origine vegetale, realizzata dal laboratorio britannico GW Pharma, potrà essere utilizzata per il trattamento di due forme rare, ma gravi, di epilessia infantile. Con l’apertura del mercato europeo ai derivati della cannabis inizia anche la corsa al nuovo business del settore farmaceutico.

Benefici per i pazienti

Il primo disco verde da parte del Chmp (Comitato per i medicinali a uso umano) all’Epidiolex apre dunque la strada a una soluzione orale di cannabidiolo “destinata al trattamento delle convulsioni associate alla sindrome di Lennox-Gastaut e sindrome di Dravet”, si legge nel parere positivo. Il farmaco non contiene alcun componente psicoattivo della cannabis, ma è capace di “ridurre l'iperattività dei neuroni” aiutando a “a gestire le convulsioni”, scrivono gli esperti. Viene indicato come trattamento da utilizzare “in associazione con clobazam, per pazienti di età pari o superiore a 2 anni”. Se ne raccomanda comunque una prescrizione da parte di “medici con esperienza nel trattamento dell’epilessia”. 

Il nuovo business

Diversi studi calcolano che il neonato mercato della cannabis terapeutica potrebbe raggiungere quota 50 miliardi di euro entro il 2025. Una buona notizia per la britannica GW Pharma, impresa sviluppatrice del farmaco quotata in borsa, che lo scorso anno ha registrato un fatturato superiore ai 14 milioni di euro. I suoi ricavi del prossimo anno, secondo gli analisti di mercato, potrebbero superare quota 110 milioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La 'verità' della grande distribuzione: "Noi poveri, no a plastic tax e chiusure domenicali"

  • Allarme listeriosi in Europa: “Sequestrate 17 tonnellate di cibo infetto in Spagna”

  • Il basilico più verde e aromatico? Cresce sotto al mare

  • "Banane più care per colpa di un fungo"

  • Maiali esteri per salumi Dop italiani, basterà un'etichetta a fermare le frodi?

  • Nelle mense scolastiche si spreca il 30% di cibo

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento