Africa, da Fao iniziativa per l'occupazione giovanile in agricoltura

Basata sui principi della cooperazione Sud-Sud e triangolare, mira a rafforzare l'ecosistema imprenditoriale creando più posti di lavoro e maggiori opportunità per i giovani africani

Opportunità 'verdi' per incrementare l'occupazione giovanile nel settore agricolo in Africa. A margine della VII edizione della Conferenza Internazionale di Tokyo per lo Sviluppo dell'Africa (Ticad7), l'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (Unido), l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura (Fao), l'Unione Africana (Au) e molti altri partner hanno lanciato la 'Flagship Initiative to Accelerate Youth Employment in Agriculture and Agribusiness in Africa' (Iniziativa Faro per Incrementare l'Occupazione Giovanile in Agricoltura e nell'Industria Agroalimentare in Africa).

"L'Africa - si legge in una nota della Fao - ospita la più giovane popolazione del Pianeta, con oltre 600 milioni di ragazzi nel mondo del lavoro. Basata sui principi della Cooperazione Sud-Sud e Triangolare, l'iniziativa mira a rafforzare l'ecosistema imprenditoriale creando più posti di lavoro e maggiori opportunità per i giovani africani". "Il suo obiettivo principale è di fornire assistenza tecnica, sviluppo delle capacità e scambio di conoscenze alle imprese giovanili, dando priorità alle catene del valore del settore agricolo. Di conseguenza, per lo sviluppo delle aree rurali e la riduzione della disparità tra queste ultime e quelle urbane, sono di fondamentale importanza investimenti responsabili in Agricoltura attraverso alleanze tra settore pubblico e privato", spiega la nota. 

"Quando parliamo di potenziale del capitale umano in Africa, ci riferiamo in particolare ai giovani - ha detto il direttore generale della Fao Qu Dongyu - Secondo le previsioni, entro il 2030 le aziende agroalimentari africane dovrebbero creare un mercato del valore di mille miliardi di dollari, pertanto l'agricoltura e l'industria agroalimentare hanno un enorme potenziale non sfruttato per affrontare la sfida della disoccupazione giovanile". La diffusione delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione (Ict) può sfruttare ulteriormente la capacità dei giovani di rinnovarsi e avviare nuove attività.

"L'Agenda 2063 per l'Africa aspira a raggiungere la stessa prosperità, basata su una crescita inclusiva e sostenibile, trainata in particolare dal potenziale di donne e giovani - ha sottolineato il Direttore Generale dell'Unido Li Yong - L'integrazione dei giovani in agricoltura e nell'industria agroalimentare ha priorità assoluta ai fini del Programma di Sviluppo Globale dell'agricoltura Africana (Caadp)". Il lancio dell'iniziativa Fao-Unido riflette gli impegni globali per raggiungere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Sono vettori di Coronavirus”, la Cina mette al bando il consumo di animali selvatici

  • Con la Brexit il Regno Unito pronto ad aprire al pollo Usa lavato con gli acidi

  • I trattori assediano Bruxelles contro i tagli alla Politica agricola comune

  • La dieta mediterranea? Ormai piace più all'estero che in Italia

  • Effetto coronavirus: boom di vendite di prodotti alimentari, ma nessun problema di rifornimenti

  • Pollo al cloro, l’Ue avverte il Regno Unito: “In Europa non entra”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento