Agricoltura, Ue innalza il tetto per gli aiuti "de minimis"

Il contributo massimo che ogni Stato membro puo' erogare in casi di difficoltà e senza previa autorizzazione di Bruxelles sale da 15mila a 20mila euro, con deroghe fino a 25mila euro

Il commissario Ue all'Agricoltura Phil Hogan

Sale da 15mila a 20mila euro, con deroghe fino a 25mila euro, in un triennio, il tetto degli aiuti "de minimis" che uno Stato membro puo' concedere a ogni azienda agricola senza il preventivo via libera di Bruxelles. Lo ha stabilito la Commissione europea, venendo incontro alle richieste del settore.

Secondo Bruxelles, il regime "de minimis" ha dimostrato di essere particolarmente utile in tempi di crisi in quanto permette una reazione veloce per aiutare gli agricoltori a superare emergenze, come in caso di crisi di liquidità temporanee. Tuttavia, per evitare distorsioni del mercato, la Commissione europea ha fissato gli importi massimi degli aiuti che uno Stato membro puo' concedere e limiti dei contributi per settore. Nel testo, pubblicato oggi sulla Gazzetta Ufficiale dell'Ue, si precisa che, il massimale dell'aiuto concesso a un'impresa unica nell'arco di un triennio dovrebbe essere elevato a 20mila euro, con un limite nazionale che per l'Italia è di 679,7 milioni di euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Inoltre, di fronte alle necessità espresse da alcuni Stati membri, la Commissione Ue - a determinate condizioni - consente un aumento sia dell'aiuto per azienda, che puo' essere portato fino a 25mila euro, sia del limite nazionale degli aiuti, che per l'Italia passa ad un totale di 815,6 milioni di euro. In questo caso pero', gli Stati membri non possono concedere più del 50% dell'importo ad un unico settore produttivo. Inoltre, dovrebbero creare un registro centrale degli aiuti concessi. Il regolamento della Commissione europea, scrive l'Ansa, entrerà in vigore il prossimo 16 dicembre e si applica fino al 31 dicembre 2027.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Nuovi focolai di coronavirus", i macelli preoccupano la Germania

  • Riparte la pesca al tonno rosso ma senza trasferimenti di quote tra Italia e Malta

  • “Pagare gli agricoltori per proteggere l’ambiente”, la proposta dei giovani di Fridays for Future

  • Due casi di contagio di coronavirus da visoni, in Olanda test in tutti gli allevamenti

  • Oltre la metà degli squali e delle razze del Mediterraneo sono a rischio estinzione

  • “Per un sistema alimentare sano e sostenibile”, la Commissione svela il piano Farm to Fork

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento