Agricoltura, Comitato regioni Ue: più tutele per produttori vittime di concorrenza sleale

I rappresentanri degli enti locali chiedono “misure complementari in materia di trasparenza dei prezzi, lotta contro l’eccessiva concentrazione della distribuzione, dell’agroalimentare e della fornitura di fattori produttivi"

I produttori che subiscono gli effetti di pratiche commerciali sleali devono essere dotati di strumenti di protezione più forti ed efficaci. A chiederlo il Comitato delle regioni europeo (Cor), in una serie di raccomandazioni approvate in occasione dell’ultima sessione plenaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rappresentanti degli Enti locali accolgono con favore l’iniziativa dell’esecutivo comunitario per una legislazione europea volta a contrastare le pratiche commerciali sleali, ma allo stesso tempo, sottolinea il relatore del testo, il francese Jacques Blanc (Ppe), si chiedono “misure complementari in materia di trasparenza dei prezzi, lotta contro l’eccessiva concentrazione della distribuzione, dell’agroalimentare e della fornitura di fattori produttivi per l’agricoltura”. Ancora, si invita l’Ue a “sviluppare relazioni commerciali internazionali più eque nel settore agricolo”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un 'carico di virus' dalla Cina bloccato in Italia: "Sventati gravi rischi per le piante"

  • "Trasformiamo il vino in 'amuchina'", l'idea italiana contro il Covid

  • "Coronavirus, basta file inutili e pericolose davanti ai supermercati”

  • Paghi la birra ora, la bevi quando riapre il locale: nasce il "pub solidale" contro il coronavirus

  • Il coronavirus "libera" 1 milione di posti di lavoro nell'agricoltura europea

  • Coronavirus, ora il grano vale più del petrolio

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento