Fao: "Stiamo assistendo alla globalizzazione dell'obesità"

L'allarme lanciato all'apertura del Consiglio per l'alimentazione e l'agricoltura dell'organizzazione delle Nazioni unite a Roma

La promozione di sistemi alimentari attenti alla nutrizione e l'innovazione in agricoltura. Sono le aree prioritarie di intervento indicate dal direttore generale della Fao José Graziano da Silva, aprendo i lavori del Consiglio dell'organizzazione delle Nazioni unite per l'alimentazione e l'agricoltura, organo esecutivo di governo dell'agenzia Onu.

"Non possiamo più concentrarci unicamente ad affrontare la fame - ha sottolineato Graziano da Silva - L'Obiettivo di Sviluppo Sostenibile numero due fa riferimento all'eliminazione di ogni forma di malnutrizione, e i livelli di sovrappeso e obesità continuano a crescere in tutto il mondo. Mentre la fame è circoscritta ad alcune aree, l'obesità è ovunque. Tanto che stiamo assistendo alla globalizzazione dell'obesità".

Il direttore generale della Fao ha poi posto l'attenzione sui prossimi avvenimenti in agenda: una conferenza sulla salubrità alimentare a Ginevra il mese prossimo, organizzata da Fao, Oms e Wto; il lancio della Decade delle Nazioni Unite per l'Agricoltura Familiare, che verrà indetta a fine maggio presso la Fao; due seminari su diete sane e innovazione in Agricoltura e la riunione dei firmatari dell'accordo sulle Misure dello Stato di Approdo (Psma) a giugno.

Il Psma è il primo strumento internazionale legalmente vincolante che affronta il tema della pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata (Iuu). I lavori del Consiglio continueranno tutta la settimana, e in aggiunta all'agenda principale, si terranno una serie di eventi secondari incentrati su temi come: prospettive della biodiversità per l'alimentazione e l'Agricoltura, incluso la presentazione del primo rapporto sullo Stato della Biodiversità per l'Alimentazione e l'Agricoltura; la resistenza antimicrobica (Amr) nel contesto dell'approccio 'One Health'. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La pasta stufa gli inglesi: “Crollo dei ristoranti italiani nel Regno Unito”

  • La Lega nomina il nuovo direttore dell'Agea. E il M5s si infuria

  • Ritorno dalla ferie: il vademecum per evitare rischi in frigo

  • "Dall'enogastronomia benefici per il territorio ancora poco sfruttati"

  • "Un piano per l'agroindustria italiana per creare 100mila posti di lavoro"

  • Ferragosto, un successo per gli agriturismi italiani “+7% rispetto al 2018”

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento