Danni causati da lupi, da Ue ok a compensazioni per agricoltori Marche

Previsto un sostegno diretta che coprirà il 100 per cento del danno, superando le limitazioni imposte dalla legislazione comunitaria in termini di aiuti di Stato

E' arrivato da Bruxelles il via libera, chiesto dalla Regione Marche, per indennizzare gli allevatori marchigiani che hanno subito danni dai lupi. La Commissione europea formalmente "non solleva obiezioni" alla concessione degli aiuti, con una decisione pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Ue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ringraziamo l'Europa per aver accolto una richiesta che viene da tutto il mondo agricolo marchigiano e rivolgo un plauso al servizio regionale Agricoltura che ha interloquito, con la riconosciuta competenza, con gli uffici della Commissione - commenta la vice presidente marchigiana Anna Casini, assessore all'Agricoltura - Avremo l'opportunità di aiutare gli allevatori per i prossimi anni, con un sostegno diretta che coprirà il 100 per cento del danno, superando le limitazioni imposte dalla legislazione comunitaria in termini di aiuti di Stato. Sarà così più semplice e immediato ridurre il conflitto tra allevatore e animale protetto, con un pacchetto organico di interventi che prevede, oltre gli indennizzi, anche un imminente bando Psr (Programma di sviluppo rurale), da tre milioni di euro, per proteggere, sempre con contributi al 100 per cento, gli allevamenti al pascolo dalle predazioni

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La catena di fast food più diffusa al mondo? Non è McDonald's

  • Riparte la pesca al tonno rosso ma senza trasferimenti di quote tra Italia e Malta

  • Merendine per i bambini? Due genitori su tre le acquistano anche per mangiarle loro

  • La pandemia stimola l'agricoltura 4.0: robot e droni per sostituire i braccianti

  • Due casi di contagio di coronavirus da visoni, in Olanda test in tutti gli allevamenti

  • Il Covid-19 fa dimenticare l'altra grande pandemia mondiale: la peste suina

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento