Biocarburanti con la soia "americana", via libera dall'Ue

Bruxelles approva l'import dagli Usa. Un segnale di distensione per risolvere la guerra dei dazi tra le due sponde dell'Atlantico

La soia Usa puo' essere usata per la produzione di biocarburanti nell'Ue. E' quanto ha stabilito la Commissione europea, che ha approvato la richiesta dei produttori statunitensi di accesso al mercato del biofuel Ue fino al 1 luglio 2021.

Secondo Bruxelles, la soia americana soddisfa i requisiti tecnici per essere utilizzata nei biocarburanti dell'Ue. La decisione fa parte dell'attuazione della dichiarazione congiunta Trump-Juncker del luglio 2018 sul nodo dazi e rapporti commerciali tra i due blocchi, in cui l'Ue si impegnava ad acquistare più soia americana. A causa delle tensioni commerciali tra Washington e Pechino, con la chiusura delle frontiere cinesi alla soia stelle e strisce, i prezzi della materia prima americana sono crollati favorendo un aumento del 112% delle esportazioni verso l'Ue rispetto all'anno scorso, scrive l'Ansa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'apertura della Commissione potrebbe favorire la distensione dei rapporti transatlantici anche su altre questioni, come quella dei dazi Usa all'import di olive spagnole. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scoperto nei maiali in Cina nuovo virus “con potenziale pandemico per l’uomo”

  • I britannici temono l'arrivo di pollo al cloro e carne agli ormoni dagli Usa dopo la Brexit

  • “Mangiate meno formaggio”, la 'rivoluzione' francese per il bene del clima

  • La Malesia denuncia l'Ue al Wto: “Lo stop all’olio di palma danneggia la nostra economia”

  • Le condizioni di lavoro nei macelli li rendono possibili focolai di coronavirus

  • La pandemia ha causato un crack da 2 miliardi all'industria dell'olio Made in Italy

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento