Coronavirus, in Belgio permessa anche la passeggiata a cavallo “per il benessere animale”

Le cavalcate non potranno però avvenire in gruppi, ma al massimo due persone alla volta

Foto Ansa EPA/CHRISTIAN BRUNA

Non solo gli uomini, ma anche i cavalli hanno bisogno di una passeggiata all'aria aperta, anche adesso che le città di quasi tutto il mondo sono in lockdown a causa del coronavirus. Lo ha stabilito il Belgio il cui Consiglio nazionale di sicurezza ha dato il via libera all’uscita dei cavalli dalle stalle “per il benessere dell’animale”.

Le passeggiate in cavallo si possono però fare soltanto massimo in due e non in gruppo. "Limitare le uscite di un cavallo, specialmente uno da corsa che si allena regolarmente, può danneggiare il suo benessere. Si annoia, finisce per mangiare di più e può sviluppare coliche, che possono essere fatali", ha dichiarato il deputato del partito federalista e indipendente, DéFi, Jonathan de Patoul, che è anche veterinario. Prima di questo intervento ai cavalli erano permesso solo fare un giro nella pista, in caso fosse presente vicino la stalla, o arrivare lasciati liberi sulla pista del proprietario o al massimo trasportarlo, con un rimorchio, fino al maneggio più vicino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bruxelles vuole comprare terreni agricoli nel resto del Belgio per sfamare i suoi cittadini

  • I prodotti integrali riducono fino a un quarto il rischio di mortalità

  • Per i vegani le probabilità di fratturarsi le ossa sono più alte del 40 per cento

  • Corte Ue sancisce la "libera circolazione" del cannabidiolo

  • "Le offerte sottocosto in tempo di Covid stanno facendo chiudere le aziende agricole"

  • Covid, rischio contagio dai cibi surgelati? Cosa c'è di vero nell'ultimo allarme sulla pandemia

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento