menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Ansa EPA/JAMAL TARAQAI

Foto Ansa EPA/JAMAL TARAQAI

I venti africani cambiano direzione, e il Libano viene invaso dalle locuste

Gli sciami sono arrivati nel Paese attraversando il Mar Rosso in quello che l'Onu ha definito "un evento molto raro"

In quello che è stato definito un evento "molto raro" dall'Onu il Libano si sta trovando ad affrontare una inusuale e inaspettata invasione di locuste. Gli insetti, che viaggiano in sciami di milioni di esemplari e possono distruggere interi raccolti, sono stati trasportati nel Paese da insoliti venti provenienti dall'Africa Orientale, dove solitamente vivono e dove purtroppo spesso causano non pochi danni all'agricoltura locale. Per evitare problemi ai raccolti sono intervenuti anche gli elicotteri dell'esercito stanno irrorando terreni agricoli nel nord-est della nazione. 

Il Ministero dell'agricoltura, pur mantenendo lo stato d’allerta, ha rassicurato che un gran numero di parassiti è già stato eliminato. Anche se finora non ci sono state grosse perdite agricole, si teme che altri sciami possano essere arrivare nel sud del Libano, ha detto alla Reuters il ministro dell'agricoltura Abbas Mortada. "In poco tempo siamo riusciti a liberarci di tante locuste”, ha dichiarato Mortada, “tuttavia alcune sono riuscite a fuggire e ce ne sono ancora molte, soprattutto nella zona Hermel di Marjaheen”. Questa regione, per lo più di allevamenti di bestiame, è stata colpita per le sue piantagioni di ciliegi finora, mentre il sud della nazione, che ha più terreni agricoli, ha subito danni maggiori.

"Siamo pronti a tutto ciò che potrebbe accadere", ha detto Mortada. "È un evento molto raro ... i terreni di riproduzione delle locuste erano sulla costa del Mar Rosso, la costa settentrionale dell'Arabia Saudita, quindi sono stati trasportati attraverso la Giordania e la Siria", ha detto Maurice Saade, rappresentante della Fao a Beirut, "ma finora la situazione è sotto controllo e non vedo nulla di cui preoccuparmi", ha detto. Anche l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura ha affermato che l'evento è insolito per l'area, ma che un cambiamento nella direzione del vento aveva spinto le locuste dall'Arabia Saudita alla Giordania e poi a Beirut.

Il Libano non è di certo il primo Stato a dover fare i conti con le locuste, anche Paesi come Kenya, Tanzania, Sudan, Etiopia, Uganda e Somalia sono stati attaccati da questi parassiti. Addirittura, lo scorso gennaio, la Fao aveva lanciato l’allarme di sicurezza alimentare. Tuttavia, l’invasione anomala degli sciami a Beirut arriva in un momento particolarmente critico poiché sta già combattendo la sua peggiore crisi finanziaria degli ultimi decenni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando la qualità del cibo passa dagli influencer

Attualità

La Commissione estende la flessibilità per i controlli sulla Pac

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento