Mercoledì, 28 Luglio 2021
Ambiente&Clima

Un'alga potrà aiutarci a ridurre le emissioni degli allevamenti

Una ricerca ha dimostrato che inserirla nella dieta dei bovini riduce la loro produzione di metano fino al 70 per cento

Un'alga potrà aiutarci a far diminuire le emissioni di gas serra negli allevamenti, contribuendo così in maniera molto semplice alla lotta al cambiamento climatico. Gli scienziati hanno scoperto che le emissioni di metano delle mucche sono diminuite del 70 per cento dopo che delle alghe sono state inserite nella loro dieta. La nuova ricerca pubblicata sulla rivista Plos One mostra che cambiando l'alimentazione del bestiame verrebbe ridotto l’impatto climatico e di conseguenza, il contributo dell'agricoltura al riscaldamento globale diminuirebbe notevolmente. "Il bestiame gioca un ruolo enorme nel complesso delle emissioni di gas serra", ha detto Ermias Kebreab, dell'Università della California-Davis “quindi questo potrebbe davvero cambiare le carte in tavola”. Le stime sono controverse, ma secondo gli scienziati l'agricoltura rappresenta oltre il 10 per cento delle emissioni globali di gas a effetto serra. Come spiega il Times, gran parte di questo è dovuto alle mucche, che emettono grandi quantità di metano con le loro flatulenze.

Lo studio sulle alghe

La rivoluzione delle alghe ha avuto inizio circa dieci anni fa, quando un agricoltore canadese che viveva sulla costa iniziò a nutrire la sua mandria con questi vegetali che crescono in acqua. Credeva che gli animali producessero latte migliore, così decise di commercializzarle come mangime. Nel dimostrare la sua teoria, gli scienziati hanno scoperto che in questo modo l’agricoltore ha ridotto le emissioni dl metano di circa un quinto. Da allora la ricerca è stata avviata e si è concentrata su diversi tipi di alghe. Tra queste, l'alga rossa che riuscirebbe a ridurre quasi interamente le emissioni di metano poiché interferisce con un enzima utilizzato dai microbi per produrlo durante il processo di digestione. Bloccando l'azione di questo enzima, non solo impedisce la produzione di metano, ma aumenta significativamente la produzione di idrogeno. I ricercatori, nella fase di sperimentazione hanno inserito piccole quantità di alghe rosse nella dieta di 14 tori e hanno confrontato la loro produzione di metano con 7 alimentati normalmente. In cinque mesi gli scienziati hanno scoperto che i bovini a cui è stata somministrata una dose elevata di alghe marine producevano il 68 per cento in meno di metano. Inoltre, la carne che producevano era giudicata buona come prima e non c'era differenza nella crescita. Kebreab ha detto che ora le aziende stanno lavorando su come commercializzare il mangime e ha aggiunto che "quest'alga non è mai stata coltivata prima, quindi abbiamo bisogno di capire la sua biologia”. Se avrà successo, la ricerca dimostra che il clima ne trarrà beneficio e i consumatori non ne soffriranno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'alga potrà aiutarci a ridurre le emissioni degli allevamenti

AgriFoodToday è in caricamento