Allarme della Fao: popolazione globale api in declino, sicurezza alimentare a rischio

Il direttore generale da Silva: "La loro mancanza e quella e di altri impollinatori farebbe sparire il caffè, le mele, le mandorle, i pomodori, il cacao dalle nostre tavole”

Quella del declino della popolazione di api a livello mondiale è una minaccia grave per il piante perché mette a rischio anche molte piante vitali per il benessere e i mezzi di sostentamento anche dell'uomo. Per questo i i governi dovrebbero intervenire in maniera più massiccia contribuendo in questo modo anche alla lotta contro la fame e la malnutrizione. È il messaggio lanciato dalla Fao in occasione della Giornata mondiale delle api.

Il numero di questi insetti e di altri impollinatori sta calando in diverse parti del pianeta, soprattutto a causa dell'agricoltura intensiva, delle mono colture, dell'eccessivo utilizzo di input agricoli chimici, dell'aumento delle temperature causato dai cambiamenti climatici - elementi che influenzano sia i raccolti che la nutrizione. Se questo trend dovesse continuare, alimenti di grande importanza per la nutrizione, come frutta, noci e molte verdure, verranno mano a mano rimpiazzati da colture come riso, mais, patate, risultando in una dieta sbilanciata.

"Le api sono gravemente minacciate dagli effetti combinati dei cambiamenti climatici, dall'agricoltura intensiva, dall'uso di pesticidi, dalla perdita di biodiversità e dall'inquinamento", ha avvertito il direttore generale della Fao, José Graziano da Silva, in un video messaggio per la Giornata mondiale delle api. "La mancanza delle api e di altri impollinatori farebbe sparire il caffè, le mele, le mandorle, i pomodori, il cacao dalle nostre tavole - solo per nominarne alcuni alimenti che dipendono dall'impollinazione. I paesi devono adottare politiche e sistemi alimentari più sostenibili e attenti agli impollinatori", ha aggiunto. Nel suo messaggio Graziano da Silva ha invitato ognuno di noi a fare scelte più attente ai bisogni degli impollinatori. "Anche coltivare fiori sul balcone di casa contribuisce a questa causa", ha aggiunto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Così le banche dello sviluppo sostengono massicciamente gli allevamenti intensivi

  • Polvere di roccia sui campi agricoli per eliminare la CO2. L’idea degli scienziati per ripulire l’aria

  • Le Alpi si tingono di rosa, un'alga colora la neve ma la fa anche sciogliere prima

  • Focolai di Covid-19 negli allevamenti in Olanda: migliaia di visoni abbattuti

  • Anche in Austria i macelli diventano focolai di coronavirus

  • Ricorso all'Ue contro la legge che vieta di chiamare 'burger' e 'salsicce' i prodotti vegan

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento