rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
L'operazione

Boom di pesticidi illegali in Italia e nell'Ue: l'allarme dell'Europol

Costano meno, ma sono dannosi per salute e ambiente. Vengono introdotti nel mercato europeo attraverso una serie di stratagemmi, tra cui la contraffazione delle marche autorizzate

Nascosti dietro "marchi" autorizzati, un po' come avviene con la moda. Oppure introdotti sfruttando le falle del sistema di controlli. In un modo o nell'altro, è boom di pesticidi illegali in Europa. Lo segnala l'Interpol, che tra gennaio e aprile ha condotto una maxi operazione in 31 Paesi (25 Ue, tra cui l'Italia, e 6 extra Ue) che ha portato a dieci arresti e 1150 tonnellate di fitofarmaci illegali sequestrati.

L'operazione, ribattezzara Silver Axe, è la settimana condotta dall'Europol negli ultimi anni e si è concentrata su porti, aeroporti e altri punti di ingresso in cui è possibile rilevare l'importazione e l'esportazione di pesticidi illegali e contraffatti. Dalle indagini, è emerso "un aumento del traffico illegale di pesticidi nel Sud dell'Europa e nell'area del Mar Nero", si legge in un nato. "Il numero di casi di pesticidi illegali, provenienti dalla Turchia, è aumentato notevolmente", prosegue l'Europol. Tuttavia, "la Cina rimane il Paese di origine numero uno. Aumentano anche i sequestri di spedizioni minori (fino a 10 litri/chilogrammi). Il traffico di questi piccoli invii è aumentato nel corso degli anni". Oltre ai controlli alle frontiere, le autorità hanno anche monitorato i negozi online, che forniscono un indirizzo fisico per il ritiro dei prodotti acquistati sul web. 

L'aumento dei sequestri di attrezzature di produzione e materie prime spedite in Europa suggerisce un aumento delle attività di contraffazione all'interno dell'Ue. Ci sono una serie di modus operandi. Il primo è l'importazione di prodotti quasi ultimati in contenitori simili a noti marchi. Una volta importati, devono solo essere etichettati prima di andare sul mercato nero. La seconda modalità d'azione è l'import di singoli ingredienti, che poi vengono utilizzati all'internod dell'Ue per "cucinare" i pesticidi. Per ridurre le possibilità di rilevamento, "i prodotti chimici vengono utilizzati solo nella fase di produzione finale nei luoghi in cui anche l'imballaggio viene contraffatto", spiega l'Europol. Durante delle indagini in Bulgaria, le autorità di Sofia hanno scoperto un impianto di produzione che utilizzava proprio questo stratagemma.

Un altro modus operandi è l'uso improprio del sistema di commercio parallelo, che facilita le procedure di approvazione dei pesticidi venduti all'interno dell'Ue. Nell'ambito di tale sistema, un prodotto fitosanitario autorizzato in uno Stato membro (Stato membro di origine) può, previa concessione di un'autorizzazione al commercio parallelo, essere introdotto, immesso sul mercato o utilizzato in un altro Stato membro. Alcuni criminali abusano di questo sistema introducendo prodotti fitosanitari illegalmente prodotti in uno Stato membro, sostenendo fraudolentemente di essere già stati approvati in un altro Stato membro ed eliminando così la necessità di ulteriori autorizzazioni.“Nonostante il loro prezzo basso, i fitofarmaci non autorizzati hanno un costo molto alto sia per l'ambiente che per la salute pubblica, ma anche per il settore agricolo. I pesticidi falsi e illegali possono danneggiare gli agricoltori e i loro mezzi di sostentamento e danneggiare il mantenimento delle colonie di api", dice Catherine De Bolle, direttrice esecutiva di Europol. 

“La presenza di pesticidi contraffatti e illegali danneggia la capacità dell'Europa di raggiungere i suoi obiettivi di agricoltura sostenibile, mettendo a rischio gli obiettivi di Farm to For - dice Olivier de Matos, direttore generale di CropLife Europe - Silver Axe è un'importante iniziativa che siamo orgogliosi di sostenere. Dobbiamo continuare a comunicare su questi prodotti in modo che sia gli agricoltori che le aziende legittime riconoscano e rifiutino le offerte criminali che mettono a repentaglio la produzione sostenibile di cibo”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boom di pesticidi illegali in Italia e nell'Ue: l'allarme dell'Europol

AgriFoodToday è in caricamento