Glifosato, la Bayer condannata a risarcire con 2 miliardi due malati di cancro

La sentenza di un tribunale californiano rilancia i rischi per la salute che sarebbero connessi all'erbicida. Si tratta della terza condanna di questo tipo per il colosso tedesco

Nuova condanna negli Usa per il glifosato Roundup, l'erbicida prodotto dalla Monsanto che da tempo è sotto accusa perché considerato potenzialmente cancerogeno. La Bayer, che lo scorso anno ha acquisito la Monsanto, è stata condannata da una giuria della California del Nord a pagare più di 2 miliardi di dollari a una coppia cui è stato diagnosticato un cancro. Secondo i giudici, il tumore sarebbe conseguenza della lunga esposizione della coppia al Roundup e l'azienda non avrebbe adeguatamente avvisato sul rischio di cancro correlato all'uso del prodotto.

Ai querelanti, Alva e Alberta Pilliod, che hanno contratto il linfoma non Hodgkin, andrà un risarcimento rispettivamente di 1,37 e 1,18 miliardi di dollari. Bayer ha sottolineato in una nota la sua delusione per la sentenza, e ha annunciato di voler fare ricorso contro una decisione che "si scontra direttamente" con l'affermazione dell'Agenzia per la protezione ambientale, secondo cui "non ci sono rischi per la salute pubblica dagli attuali usi registrati del glifosato".

Il parere dell'Agenzia Usa fa il pari con quello dell'Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare, che aveva smentito uno studio dello Iarc, l'ente di ricerca sul cancro dell'Organizzazione mondiale della sanità, che aveva invece messo in correlazione glifosato e cancro. Il parere dell'Efsa aveva consentito agli Stati Ue di autorizzare per altri 5 anni il commercio dell'erbicida. 

Proprio per questa ragione, il Movimento 5 stelle è tornato a chiedere all'Ue di mettere al bando il Roundup: "Le istituzioni europee continuano a fare orecchie da mercante. Due cittadini americani hanno contratto il linfoma non-Hodgkins. Bisogna intervenire, la salute dei cittadini viene prima di tutto”, dice l'eurodeputata M5s Eleonora Evi.

Tornando al caso Usa, si tratta della terza azione legale che la Bayer perde in relazione all'uso del Roundup. Bayer è già stata infatti condannata a pagare 159 milioni di dollari di danni nei primi due casi, contro cui l'azienda farà sempre appello. E secondo la Cnbc, ci sono altre 13.400 cause legali contro Bayer in corso negli Stati Uniti.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • E' un episodio LIMITE della guerra commerciale degli USA, ossia la Crociata di Trump contro i prodotti stranieri. Ricorda la canzoncina degli anni 30 "Va fuori d'Italia, prodotto stranier, va fuori d'Italia e più non ritornar", cambiando "d'Italia" con "dagli USA".

Notizie di oggi

  • Ambiente&Clima

    Allarme della Fao: popolazione globale api in declino, sicurezza alimentare a rischio

  • Filiera

    "Bruxelles renda obbligatori i semafori alimentari", la petizione dei consumatori Ue (che non piace all'Italia)

  • Le Storie

    “Stop ai fondi Ue per gli allevamenti intensivi”, la battaglia che unisce ambientalisti e piccoli allevatori 

  • Ambiente&Clima

    "Xylella, il 75% dei campi pugliesi è abbandonato"

I più letti della settimana

  • Xylella, l'Ue ammette: "C'è un'alternativa agli abbattimenti, ma non elimina il batterio"

  • Dal grana al prosciutto, quel "bollino nero" della Fao che fa paura al made in Italy

  • Glifosato, la Bayer condannata a risarcire con 2 miliardi due malati di cancro

  • "Bruxelles renda obbligatori i semafori alimentari", la petizione dei consumatori Ue (che non piace all'Italia)

  • L'Italia in piazza (e al supermercato) contro i pesticidi. Ma Agrofarma non ci sta: "Basta fake news"

  • In 5 mila geni del pomodoro il segreto del sapore perduto

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento