Il Grana padano "va" a Gpl: firmata intesa con Liquigas

L'obiettivo è alimentare a gas le aziende del Consorzio e "sostituire combustibili fossili inquinanti e meno efficienti attualmente in uso". Come già fatto a Mantova

Dal gas al formaggio grattuggiato sulle nostre tavole. Il Consorzio per la tutela del Grana padano ha siglato una convenzione con Liquigas per la creazione di impianti Gpl e Gnl per l'alimentazione delle aziende produttrici del tradizionale formaggio italiano. 

L’accordo prevede la consulenza energetico-ambientale di Liquigas a favore delle 151 aziende aderenti al Consorzio, "con l’obiettivo di promuovere l’utilizzo di Gpl e Gnl, fonti pulite che favoriscono la sostenibilità industriale, ambientale ed economica dell’intera filiera", si legge in una nota.

“Siamo felici di contribuire a migliorare l’impatto ambientale di realtà del made in Italy che pongono grande attenzione al territorio e che puntano sulla sostenibilità come driver di mercato - ha commentato Massimiliano Naso di Liquigas - La convenzione stipulata con Consorzio Grana Padano dimostra come Gpl e Gnl possano concretamente contribuire a una migliore gestione dei processi produttivi del settore caseario, assicurando oltre ad un minore impatto ambientale l’impiego di impianti più moderni e sicuri”.

“Il Consorzio Tutela Grana Padano nasce dal desiderio di salvaguardare l’esperienza e la competenza tramandata da generazioni e dall’intenzione di voler valorizzare questo ricco patrimonio  -ha dichiarato dichiara Stefano Berni, direttore generale del Consorzio - A questo scopo, nel corso degli anni il Consorzio ha originato attività, studi e ricerche per valutare l’impatto ambientale dell’intera filiera produttiva. La Convenzione stipulata con Liquigas è un ulteriore passo verso la riduzione di questo impatto ambientale guidato da una concreta attività delle nostre imprese". 

Nell’ambito della convenzione, si legge sempre nella nota, "le 151 aziende parte del Consorzio Grana Padano avranno la possibilità di richiedere a Liquigas un’analisi energetico-ambientale che, partendo dal fabbisogno dei processi produttivi, permetta di individuare le azioni, gli interventi impiantistici e le procedure necessarie a sostituire combustibili fossili inquinanti e meno efficienti attualmente in uso con soluzioni a base di Gnl e Gpl". Soluzioni che già sono state attuate nel settore agricolo, come quella per la Latteria Sociale Mantova. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tabacco fa bene alla salute, lo dicono gli scienziati (italiani)

  • Più soldi ai contadini e meno Co2 grazie ai boschi: le priorità dei cittadini sulla Pac

  • Embrioni di bovini da carne impiantati nelle mucche da latte per ottimizzare la produzione

  • L'aspettativa di vita degli italiani? Quella "sana" è di 73 anni

  • "Meno carne non comporta per forza meno inquinamento", uno studio Ue contro i falsi miti sugli allevamenti

  • "Guerra delle capesante", pescherecci francesi attaccano i britannici a colpi di razzi segnalatori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgriFoodToday è in caricamento