"I lupi non siano più specie protetta", la Lega chiede a Bruxelles di intervenire

La capogruppo del Carroccio al Parlamento Ue chiede di modificare la direttiva europea che vieta la cattura e l’abbattimento selettivo di questi animali: "Ce lo chiedono gli alleavatori"

La Lega chiede all'Ue di "togliere" la protezione ai lupi e dare il via libera alla cattura e all’abbattimento selettivo. E a sostegno di questa richiesta, la capogruppo del Carroccio al Palamento europeo, Mara Bizotto, ha consegnato al commissario Ue all'Agricoltura Phil Hogan un dossier di 115 pagine con 227 foto di animali sbranati da branchi di lupi nelle zone montane del Veneto e del Trentino Alto Adige negli ultimi 5 mesi.

“L’Europa accolga le richieste dei nostri allevatori e delle nostre Regioni e modifichi urgentemente la direttiva Ue Habitat che garantisce al lupo lo status di specie protetta – ha detto l’europarlamentare – La Commissione Ue deve dar seguito alla risoluzione approvata dal Parlamento europeo e consentire alle Regioni di mettere in atto piani di contenimento, cattura e abbattimento selettivo di questi lupi che ogni giorno causano vere e proprie stragi di bestiame e animali, provocando danni pesantissimi ai nostri allevatori e all’intero ecosistema montano nelle zone dell’Altopiano di Asiago, della Lessinia in provincia di Verona, del Bellunese e nelle aree del Grappa in provincia di Treviso e Vicenza”.

Ci sono "scorribande di branchi di lupi che ormai arrivano a sbranare animali a 20 metri dalle case abitate – aggiunge Bizotto – Noi abbiamo il dovere di difendere, in ogni modo, i nostri allevatori, i nostri agricoltori e chi vive e lavora nelle nostre montagne".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (15)

  • Proposta indegna perché le specie protette servono per mantenere degli equilibri naturali, ci sono soluzioni pratiche al problema ma non le vogliono adottare perché preferiscono non spendere soldi per delimitare certe aree, i soldi ben spesi generano un ritorno positivo a più categorie ma è un concetto che digeriscono male perché favoriscono solo certe fasce sociali d8ve ci sono molti conflitti di interesse.

  • Ormai i lupi (e i cinghiali) reintrodotti in Italia non hanno nemici naturali perché non sono "i Lupi o cinghiali italici" ma altre sottospecie, hanno superato il numero che il territorio può sopportare, con buona pace di animalisti indigeni e extra. Certo il problema sfiora soltanto i cittadini, lo subiscono quei poveracci che producono per far mangiare "i cittadini".

  • Poveri allevatori, sono una specie a rischio di estinzione e vanno protetti e tutelati. "Più Nonni e Petar, meno lupi famelici" prossimo slogan della Lega?

  • Si sparaserro tra di loro! i lupi sbranano per sopravvivere mentre loro ci sbranano di gabelle per arrichirsi sulle nostre spalle!

  • L'abbattimento, selettivo o no, dev'essere l'ultima soluzione. In molti Paesi si è ricorsi a recinzioni e cani da pastore in modo massiccio e non sporadico come da noi, e il problema è stato per lo meno arginato. Inoltre si pensa a catturare e sterilizzare un certo numero di giovani femmine, chissà che non si possa fare anche da noi...

  • scelta discutibile e con evidenti motivazioni elettorali considerando che il lupo è notoriamente necessario per mantenere in equilibrio la catena alimentare delle aree dove vive. Staremo a vedere quanto saranno selettivi i previsti abbattimenti

  • Altrimenti "Mollateli" tutti a casa della Brambilla...

    • Salvini, passa e va e non ti curar di Gianni...

      • ti masturbi anche pensando a salvini? vecchio maialone..

  • questi della lega sono proprio degli idioti....ma nulla di nuovo...

    • La perdita media di un animale e mezzo al giorno e sarebbero pure idioti? Mah.

    • E' un problema grave degli allevatori e qui si parla di abbattimento selettivo e non di sterminio della razza, loro cercano di ascoltare le richieste di aiuto...perché sarebbero degli idioti? Spiegami un po'...

      • Perché potresti mettere cani da pastore tipo maremmani a protezione Delle greggi oppure fare Delle recinzioni elettrificate, se no facciamo come a roma che ormai i cinghiali ci bussano a casa.

        • Si, Fabrizio, e chi si occuperebbe di dar da da mangiare ai pastori maremmani? E quanti cani servirebbero? E le cure veterinarie? Con che soldi? E la costruzione di recinzioni elettrificate per che perimetro? Quanti centinaia di chilometri di recinzione servirebbe? E sempre la stessa domanda, chi pagherebbe? Tutto per evitare l'abbattimento selettivo? E secondo te, questi "investimenti", che tu proponi, non starebbero meglio ad aiutare la gente che al momento muore di fame? Grande idee le tue, sembrano un po' utopiche, ma veramente grandi, ma grandi idee!

Notizie di oggi

  • Ambiente&Clima

    I rifiuti elettronici dell’Europa avvelenano il cibo in Africa

  • Ambiente&Clima

    "I fiumi italiani rischiano l'invasione di pesci alieni", scienziati e ambientalisti contro il governo

  • Ambiente&Clima

    Non solo olio di palma: anche cacao e carne stanno uccidendo le foreste

  • Filiera

    “Bovini italiani ma abbattuti in Africa e Medio Oriente per aggirare le norme Ue”

I più letti della settimana

  • “Bovini italiani ma abbattuti in Africa e Medio Oriente per aggirare le norme Ue”

  • "Quel latte europeo all'olio di palma che affama l'Africa"

  • Il piatto più amato dagli italiani? Il Pokè spopola tra le consegne a domicilio

  • Il disavanzo cerealicolo sale a 217 milioni a gennaio

  • "I fiumi italiani rischiano l'invasione di pesci alieni", scienziati e ambientalisti contro il governo

  • Non solo olio di palma: anche cacao e carne stanno uccidendo le foreste

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento