Peste suina, Centinaio: “Non abbassare guardia, allarme cinghiali preoccupante”

Per il ministro dell'Agricoltura togliere il blocco delle esportazioni dalla Sardegna “è un traguardo vicino”

"Togliere il blocco all'export delle carni suine è un traguardo vicino che serve alla Sardegna e al Paese. Ringrazio chi ha fatto tutto il giusto lavoro in Sardegna, ma anche chi l'ha subito, gli allevatori che hanno avuto pazienza e hanno collaborato tanto". Lo ha detto a Cagliari il ministro delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio.

"Adesso però vorrei la stessa attenzione sul territorio nazionale perché se è vero - ha proseguito Centinaio - che sul territorio nazionale non c'è la peste suina africana, è vero che c'è il problema dei cinghiali, che è serio e all'ordine del giorno. L'Europa ce lo ha fatto notare e soprattutto all'ultimo G20 dell'agricoltura è stato lanciato l'allarme a livello mondiale".

"O ci facciamo trovare pronti - ha detto il Ministro - mostrando concretamente che stiamo attuando un piano serio di contenimento dei cinghiali, o se in caso contrario dovesse verificarsi un caso di Peste suina africana in Emilia Romagna, in Trentino o in Friuli, tanto per fare un esempio, chi lo spiega ai produttori di prosciutti di Parma o San Daniele che non potremo più esportare?"."Lancio un appello al mio collega dell'Ambiente - ha concluso Centinaio - per collaborare in modo da prevenire piuttosto che dover curare un fenomeno che potrebbe essere gravissimo per la nostra economia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Storico ritorno della bistecca sulle tavole degli italiani"

  • Al Sud lavoro in agricoltura per 22mila giovani, ma 3 su 4 vengono respinti

  • Da cibo a farine per allevamenti, è il “pesce sprecato”

  • Amazzonia: più 68% di deforestazione, libero scambio Ue-Mercosur a rischio 

  • In Europa aumentano gli integratori contraffatti, rischi per la salute

  • La siccità preoccupa l'Europa. Ed è colpa anche dei governi

Torna su
AgriFoodToday è in caricamento