menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Peste suina, l'allarme di Hogan: "Va affrontata più seriamente"

Lo ha detto il commissario Ue all'Agricoltura durante la riunione del Consiglio informale agricoltura che si è svolto in Austria

La diffusione della peste suina esplosa in nove paesi Ue "è una questione che deve essere affrontata più seriamente" sia dagli Stati membri interessati che dagli altri partner europei. Lo dice il commissario europeo per l'agricoltura, Phil Hogan, a margine del vertice del Consiglio informale agricoltura che si è svolto in Austria.

"Dobbiamo guardare seriamente alla diffusione della malattia e prenderla più seriamente per quanto riguarda le misure di biosicurezza", ha detto Hogan aggiungendo che si sta cercando di contenere la diffusione della malattia dall'Europa orientale. "Non ci stiamo riuscendo del tutto - ha aggiunto - abbiamo bisogno della cooperazione di tutti gli Stati membri, c'è un limite a cio' che la Commissione puo' fare".

La malattia si sta diffondendo soprattutto nell'Europa dell'Est, colpisce gia', la Romania, dove 90.000 animali sono gia' stati abbattuti, ma anche Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Bulgaria, Repubblica Ceca. L'epidemia ha colpito anche il Belgio e il commissario Ueha spiegato che le autorita' belghe hanno reagito "rapidamente stabilendo controlli e stretti contatti con la Francia, il Lussemburgo e la Germania". "Abbiamo gia' nove Stati membri colpiti ed e' chiaramente una situazione molto seria", ha affermato il commissario Ue: la Commissione e' disposta a fornire assistenza tecnica e mezzi finanziari a tutti i partner della comunita' per cercare di contenere la diffusione, ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgriFoodToday è in caricamento