Sabato, 19 Giugno 2021
Ambiente&Clima

Grazie ai satelliti si potrà risparmiare un quarto dell'acqua nelle irrigazioni dei campi

Un progetto sperimentale in corso in Spagna mostra che i dati acquisiti dallo spazio, elaborati da un sistema di intelligenza artificiale, possono consentire l'elaborazione di raccomandazioni di irrigazione personalizzate per ogni appezzamento

L'irrigazione dei campi è una delle attività che richiede il maggiore consumo d'acqua. Adesso grazie alla tecnologia sarà possibile risparmiare fino a un quarto di questo prezioso, utilizzando dei sistemi di intelligenza artificiale che combinano dati acquisiti da satellite. A metterli a punto, attraverso il progetto Morera (il sistema per il Monitoraggio dell'irrigazione efficiente e la resa agricola), è stato Thales Alenia Space, una joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%).

Il progetto, che ha sede in Spagna, e punta a consentire l'elaborazione di raccomandazioni di irrigazione personalizzate per ogni appezzamento, con una riduzione del consumo idrico per le colture fino al 25% grazie all'intelligenza artificiale e ai dati delle immagini satellitari, che andranno a integrare i dati forniti da strumenti dedicati e da fonti multiple (Copernicus, l'agenzia di meteorologia spagnola AEMET, ecc.) e a sviluppare una nuova generazione di strumenti di telerilevamento spaziali miniaturizzati e compatti. L'agricoltura, che rappresenta l'11% del Pil della Spagna, è il primo settore industriale della nazione e la sfida è sostenere lo sviluppo di un settore agroalimentare più sostenibile e, in particolare, la riduzione dell'acqua, delle sostanze concimanti e dei prodotti fitosanitari come una delle missioni prioritarie.

Il sistema completo di Morera garantirà che i dati apportino valore aggiunto agli utenti finali, con copertura dai sensori alle colture grazie alle nuove tecniche di Intelligenza Artificiale applicate al telerilevamento e alle altre fonti dei dati. Propone una nuova generazione di strumenti miniaturizzati per il telerilevamento in tutte le bande, a partire dalla termica a infrarossi. Il dispiegamento completo di queste soluzioni dimostrerà il potenziale della tecnologia nella riduzione dell'uso di acqua nelle colture annuali e perenni e la capacità di effettuare previsioni più accurate nel corso dell'intero ciclo delle colture. Morera è il primo progetto a fornire un servizio di raccomandazione degli appezzamenti (non solo mappe) basato su nuovi strumenti di telerilevamento e su dati provenienti dai satelliti Copernicus facendo uso di algoritmi di Intelligenza Artificiale.

È anche un progetto pionieristico in Europa nell'uso dell'infrarosso termico per calcolare l'evapotraspirazione e lo stress idrico, che consentirà la gestione dosata dell'irrigazione. Grazie a Morera i coltivatori saranno in grado di applicare l'agricoltura di precisione a basso costo con un sistema che fornirà loro misurazioni periodiche dello stato delle colture e darà raccomandazioni di fertirrigazione personalizzate, oltre che previsioni di resa basata su algoritmi di Intelligenza Artificiale e dei Big Data.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

AgriFoodToday è in caricamento